Home > country > Europe > Italy > Il car sharing a Milano. Una delle migliori invenzioni del secolo.
Enjoy

Claudiaexpat ci parla della sua esperienza con il car sharing a Milano.

 

Ogni volta che torno alla mia natale Milano, mi sento un po’ espatriata. Non mi ricordo mai quanto costa il biglietto del tram, non mi ricordo dove sono le vie, mi sento un po’ goffa quando mi muovo in zone che non conosco bene.

La nostra fedele macchina è parcheggiata in attesa dell’estate. Riattiviamo l’assicurazione solo per quei due mesi all’anno in cui la usiamo quotidianamente. Per il resto, se ci capita di venire a Milano tra un’estate e l’altra, ci arrangiamo con i mezzi pubblici. E ora con il car sharing.

Giuro che non sono pagata dall’ENI. E del resto il loro non è l’unico servizio di car sharing a Milano. Io però ho conosciuto lui, e gli resto fedele perché fino ad oggi posso dirne solo un grande, assoluto e infinito bene.

Prima di continuare a descriverne le meraviglie, però, voglio dirvi che il servizio è riservato solo a chi ha una patente registrata alla motorizzazione. Se avete emesso o rinnovato la vostra patente all’estero, e non l’avete registrata in Italia, il sistema non ritroverà il vostro documento e non vi ammetterà nel suo database.

Se siete tra le fortunate che invece naviga da anni con la vecchia patente rosa ormai incrostata nei registri italiani, ecco come funziona questa meravigliosa invenzione che mi ha cambiato la vita durante i miei soggiorni milanesi.

Il sito web del servizio è questo: https://enjoy.eni.com/it/milano. E’ un sito web semplice e chiaro, di facile navigazione e abbastanza esaustivo. Se volete utilizzare il car sharing Enjoy (così è chiamato quello dell’Eni) dovete cominciare da lì: https://enjoy.eni.com/it/milano/signup/intro

Una volta inseriti i vostri dati, vi viene fornito un pin di quattro cifre. Imparatelo a memoria e conservatelo.

Secondo passo: scaricare l’app sul telefonino. L’app è fondamentale perché farete tutto con quella. Vediamo come.

Enjoy3Quando avete bisogno di noleggiare un veicolo, vi basta aprire l’app e vi apparirà la mappa su cui è registrata la vostra posizione, e su cui sono segnalate tutte le aiuto (e gli scooter) nelle vostre vicinanze. Per capire esattamente dove si trova un veicolo basta cliccare sulla sua iconina. Vi apparirà una mascherina che vi segnala l’indirizzo esatto del veicolo, la distanza dalla vostra posizione (in minuti e in metri) e il livello di benzina nel serbatoio. E’ importante controllare questo dato perché se non lo fate può capitarvi di prenotare il veicolo e di salirci a bordo, per poi rendervi conto che è in riserva e che dunque rischiate di non riuscire ad arrivare a destinazione. I veicoli vengono riforniti dalle unità ENI che dalla centrale ne controllano i serbatoi, ma questo non avviene sempre tempestivamente, quindi può capitare di trovare un veicolo comodamente parcheggiato sotto casa, ma con un’autonomia di pochi chilometri.

Mettiamo comunque che trovate il veicolo che vi conviene: attraverso l’app lo prenotate, cliccando semplicemente su “prenota questo veicolo”. A partire dal momento in cui prenotate, avete 15 minuti gratuiti per raggiungerlo. Scaduti i 15 minuti, vi viene conteggiata una tariffa di 0,10 centesimi al minuto. Se non siete sicuri di come raggiungere l’auto, l’app vi indica il percorso metro per metro. Una volta arrivati, potete aprirla attraverso l’app, con il semplice comando “apri il veicolo” (potete anche chiamare il numero clienti, ma è più laborioso e non necessario: l’app funziona benissimo). Quando sentite scattare le portiere, potete salire. Prima, però, controllate lo stato esterno dell’auto, e se vedete dei danni, riportateli usando lo schermo sull’auto. Una volta saliti, su questo schermo inserirete il vostro pin. Il sistema vi chiederà appunto se avete registrato danni e com’è il livello di pulizia interna. La chiave la trovate tra i due sedili, nel vano portaoggetti. Non dovete far altro che accendere l’auto e partire.

Enjoy2Potete usare l’auto per un solo tratto, oppure usarla per fare più commissioni e tenerla con voi parcheggiandola dove necessario e riprendendola per spostarvi. Ogni volta che fermate la macchina e spegnete il motore, sullo schermo di bordo appare la scritta “Sosta” e “Termina noleggio”. Se scegliete la sosta, portate con voi la chiave, e una volta risaliti sull’auto dovrete reinserire il vostro pin personale. Se il noleggio è terminato, assicuratevi di prendere tutti i vostri oggetti e di non lasciare i finestrini aperti. Mettete quindi la chiave nel vano, e scendete. Dovete aspettare che la spia sul dispositivo appoggiato al parabrezza da rossa diventi arancione prima di allontanarvi. Una volta chiuse le portiere e quando la luce è arancione, potete allontanarvi, e avrete immediatamente la notifica sul telefonino della somma spesa e prelevata sulla vostra carta di credito.

Io sono gasatissima da questa geniale idea che mi ha cambiato la vita. Quando non ho macchine nelle vicinanze (il che capita molto raramente perché il parco auto è veramente vasto), prendo il bus che mi costa 1 euro e mezzo sia che io faccia una fermata che ne faccia dieci. E’ la stessa cifra che spendo per andare da casa mia a casa di mia madre con un’auto Enjoy. Certo, se tenete la macchina con voi mentre andate a far shopping, il conto finale può risultare un po’ più salato, ma è pur sempre un mezzo comodo e che vi risparmia un sacco di tempo, soprattutto se dovete spostarvi in periferia, dove gli autobus passano con meno frequenza. Qui comunque trovate le tariffe, così potete farvi un’idea: https://enjoy.eni.com/it/milano/tariffe

Tra l’altro il servizio clienti è impeccabile. Potete contattarlo dal telefonino (il numero è sull’app), oppure direttamente dallo schermo di bordo cliccando sull’icona del telefonino. Sono sempre molto gentili e disponibili.

Credo di avervi detto tutto. Sul sito trovate una serie abbastanza esaustiva di FAQ, ma se qualcosa vi sfugge e magari io l’ho scoperto nel frattempo, scrivetemi, sarò felice di condividerlo con voi. Come avrete capito, sono una fan sfegata dal car sharing!

 

Claudiaexpat
Dicembre 2015