Home > Topics > Art & Culture > Creativity & Crafts > Un importante festival italiano nella Silicon Valley
Festival Giulietta

Che la nostra Giuliettaexpat sia un vulcano si sa da tempo. Che riesca a inventarsi sempre qualcosa nei vari paesi che via via la ospitano, è cosa nota. Questa volta però ci stupisce con un’iniziativa che ci coinvolge in maniera particolare, perché tocca cose a noi molto familiari. In collaborazione con un’altra intraprendente italiana, Daniela Cilia. Leggere per credere! Brava Giulietta, che tutto vada splendidamente….

 

All’inizio era solo un’idea, un progetto che non voleva essere niente di mostruosamente grande. Poi, mi piace dire, ci è scappata la mano. È nato così il primo Silicon Valley Italian Festival, e a meno di due mesi ormai dalla sua apertura non ha più nulla del disegno iniziale: un mercato e un paio di film.
L’idea è quella di portare in questo angolo super tecnologico di mondo, dove il futuro è in anticipo di qualche anno rispetto al futuro dei posti “normali”, un po’ d’Italia, un’Italia bella e capace, un’Italia vivace e attraente. L’Italia che rispecchia gli italiani come noi che sono qui e aiutano in modo attivo questa Silicon Valley ad essere quella che è.

Festival Giuli2L’interesse per l’Italia non è da costruire, quello c’è, ovunque ci giramo. Il nostro Paese è lontano ma tutti lo conoscono, a tutti piace. Quando si parla di cibo poi gli occhi si illuminano. Quello che era da costruire era un evento che corrispondesse veramente all’immagine che vogliamo dare, l’immagine di un Paese moderno che non è solo pasta al dente e buonumore. Purtroppo spesso quella che arriva all’estero non va oltre e quando lo fa non rende giustizia alle nostre reali capacità.

Costruire un evento con ben chiari questi elementi chiave è stata la nostra base di partenza. Poi le idee sono venute una dopo l’altra e con esse il sostegno sempre più crescente, prima delle istituzioni, in primis il fantastico Console Mauro Battocchi che non perde occasione per lodare il lavoro che stiamo facendo qui, e poi tutti gli altri, l’Istituto Italiano di Cultura, la Camera di Commercio, le diverse associazioni Italo Americane presenti nella Baia. Poi sono arrivati gli sponsor, società diverse che hanno deciso di credere in un progetto che ha l’handicap di essere alla prima edizione. Non è facile trovare chi crede in noi quando ci si avventura in un mondo come questo per la prima volta. Grazie all’appoggio ricevuto è stato più semplice andare avanti, creando passo dopo passo il Festival che ci corrisponde.
Festival Giuli4Sarà il concerto di Laura Magnani, pianista spoletina, che vive nella Bay Area ad aprire le “danze” di quello che sarà l’evento italiano del 2016 qui nella soleggiata Baia di San Francisco. Seguirà l’apertura della mostra del fotografo siciliano Giuseppe Leone, che attraverso il suo obiettivo coglie una Sicilia di altri tempi. Una serie di conferenze su argomenti di vario tipo offriranno la possibilità di scoprire qualcosa rispetto al nostro Paese in modo un po’ più approfondito. Il mercato italiano offrirà la possibilità di uno shopping simpatico tra bancarelle colorate con prodotti di qualità. Due proiezioni cinematografiche sono previste, precedute da una breve presentazione da parte di un esperto di cinema italiano: Nuovo Cinema Paradiso sarà la prima proiezione del pomeriggio, un film che non ha bisogno di presentazioni, seguito poi sul tardi da Tutta colpa di Freud, di Paolo Genovese, film del 2014 con tematiche contemporanee.
Per gli appassionati di food ci saranno le lezioni di cucina di due rinomate cuoche della Bay Area, che saranno felici di condividere trucchi e passione con i loro allievi, grandi e piccoli (3 corsi per adulti e 1 per bambini, ad insegnare Viola Buitoni e Maria Luisa Manca). Sarà possibile mangiare italiano grazie alla presenza di ottimi ristoranti della zona e un aperitivo tipico italiano sarà servito tra le due proiezioni cinematografiche.

Il 31 gennaio sarà il giorno in cui essere in Silicon Valley, la giornata da non perdere a Palo Alto. Sarà il giorno in cui noi, italiani all’estero, sentiremo il nostro Paese un po’ più vicino e saremo fieri di trasmettere al pubblico di stranieri che verrà a trovarci, un’Italia moderna e capace. Vi aspettiamo! http://www.siliconvalleyitalianfestival.com/

Giuliettaexpat (Giulietta Cerruti Sacconey)
Palo Alto, Bay Area
Gennaio 2016