Home > Vita d'Expat > Trasporti > Consigli e istruzioni per la guida nel deserto

Per questo speciale aggiornamento sui Trasporti in Espatrio, vi riproponiamo un articolo scritto da un gruppo di espatriate che vivono negli Emirati Arabi, e che ci danno qualche consiglio per una guida sicura nel deserto, basato sulle loro esperienze dirette.

Regole fondamentali:

– Rispettate i limiti di velocità sulle piste e in città
– Allacciate sempre le cinture di sicurezza, anche nel deserto
– Non trasportate bidoni di benzina sul vostro veicolo

Se partite in gruppo, fate sempre attenzione al veicolo che vi segue:

– Non distanziatevi troppo, in modo da averlo sempre sott’occhio, soprattutto in prossimità degli incroci

– Per quanto possibile, cercate di essere pronti a partire nel momento stabilito dal gruppo. Prendete il posto che vi è stato attribuito, in modo che sia più facile rendersi conto se qualcuno manca nel gruppo

Se partite con delle guide, siate indulgenti! Non è pensabile che gli animatori sappiano assolutamente tutto sulla natura, il paesaggio e la storia degli Emirati.

Anzi, se avete qualche conoscenza culturale, geologica, faunistica/floristica, arricchite l’esperienza con i vostri commenti.

Nelle aree di sosta e nei punti di campeggio mantenete una pulizia impeccabile, si trovano sempre dei bidoni per la spazzatura vicino alle zone parcheggio, utlizzateli.

Nei punti d’osservazione e nelle oasi naturali, cercate di limitare al massimo di fare rumore e di rendervi visibili, per approfittare ancora meglio della presenza degli animali liberi.

 

Guida deserto

 

CONSIGLI

La guida sulla sabbia è simile alla guida sulla neve, ma molto meno pericolosa. Ricordatevi che la tecnica si riassume in queste tre parole:

Gestione dell’energia

Fuori pista, guidate con fermezza, senza andare su di giri ma mantenendovi tra i 3000/4000 giri al minuto. Quando vi immettete nelle piste, passate al 4X4.

Guida deserto3Nei passaggi delicati (dune), partite solo quando avrete visto l’auto davanti a voi risalire sulla duna seguente (se no rischiate di andare addosso nel solco tra le dune).

A seconda del peso della vostra auto, potrete sentire un lieve calo del regime del motore. In questo caso dovrete fermarvi e innestare  la ridotta (low gear). E’ per questo che quando vi troverete di fronte a un tratto difficle (ad esempio una salita su sabbia molle), dovrete affrontarla con il migliore rapporto, cioè quello che più vi avvicinerà alla massima potenza motore. Anche se non ci sono regole assolute, la seconda ridotta è in genere la più adatta.

Quando avete inserito la ridotta, partite sempre in seconda. Se attraversate delle sabkhas (distese salate, ndt), ritornate in marcia alta (high gear).

Se vi insabbiate, prima di tentare qualcosa che potrebbe solo aggravare la situazione, avvisate uno degli organizzatori. La trazione con un cavo nella maggior parte dei casi permette al veicolo di liberarsi. Se necessario, chiedete aiuto per togliere la sabbia, e liberare il telaio.

Sicurezza

I cellulari non funzionano ovunque! Gli organizzatori dovrebbero avere con sè dei walkie-talkie (2 per convoglio, uno in testa e l’altro in coda). In caso d’urgenza si può anche utilizzare un telefono satellitare.

Guida deserto2Bevete e fate bere i vostri bambini (minimo 3 litri d’acqua al giorno) per evitare di disidratarvi. Se vi esponete direttamente al sole durante il giorno, create una zona d’ombra, mettete degli occhiali da sole e proteggete il capo dall’esposizione diretta con un cappello.

Attenzione ai rischi a girare a piedi nudi di notte, potreste fare dei brutti incontri con degli artropodi mal intenzionati: solifugi o scorpioni gialli (Buthacus yotvatensis nigroaculeatus). In ogni caso restate in gruppo, allontanatevi soli unicamente per i vostri bisogni personali.

Buone gite!

Aprile 2013