Home > Vita d'Expat > Salute > Il sistema sanitario negli Stati Uniti

Ringraziamo di cuore Isabelle, Dottore in Farmacia che vive negli Stati Uniti (Kansas), per questo articolo interessantissimo sul sitema sanitario del suo paese d’accoglienza. Grazie Isabelle! 

Traduzione dal francese a cura di Claudiaexpat

Innanzitutto, le tariffe applicate in ambito medico sono un vero shock quando si arriva negli Stati Uniti. I costi delle visite mediche e delle medicine sono realmente sproporzionati rispetto alla Francia. Sono facilmente dieci volte maggiori.

Per un problema minore, e per seguire i bambini, bisogna prendere appuntamento con un family doctor. La visita si svolge come segue, in due tempi :

– in un primo tempo, un’infermiera viene a misurare il polso, la pressione, e la temperatura, e poi registra peso e altezza. Farà poi qualche domanda, senza dare alcuna indicazione.

– Successivamente arriva il dottore, e dopo aver consultato i dati e fatto qualche domanda, passa all’esame fisico. Dopo avervi dato o meno una diagnosi, potrà farvi una ricetta. Chiede allora il nome della farmacia dove si intende andare a ritirarla: la ricetta viene inviata direttamente alla farmacia, e voi ve ne andate senza ricetta scritta. Potrebbe anche prescrivere degli ulteriori esami. A volte questi si possono fare nello stesso posto, o all’ospedale. Potrebbe anche decidere di mandarvi da uno specialista.

Per una visita di questo tipo il costo è tra i 200 e 300 dollari, che saranno coperti a seconda della vostra assicurazione (vedi oltre).

Ci sono dei piccoli centri che si occupano dei casi di prima necessità, e anche delle richieste di certificati per lo sport. Sono interessanti quando si è appena arrivati e non si ha ancora un medico.

I pronti soccorso sono accessibili e utili per trattare i casi di vera urgenza ma possono anche dare una mano durante i giorni di festa.

USA3 saluteLe farmacie sono onnipresenti negli Stati Uniti. Ci sono delle grandi catene che assomigliano perlopiù a dei supermercati e dove si trova più o meno tutto. I nomi sono : CVS, Rite Aids, Walgreens etc. Inoltre la maggior parte di supermercati come Safeway, Target, Hyvee, Walmart etc … hanno la loro propria farmacia.

Le medicine prescritte vanno ritirate a un banco che di solito si trova in fondo al negozio. Vengono preparate e consegnate dopo aver ricevuto la ricetta per via elettronica. Viene consegnato solo lo stretto necessario.

Sugli scaffali trovate molte medicine che si possono acquistare senza ricetta. Apparentemente vasta, la scelta è relativamente ristretta. Le principali categorie terapeutiche sono :

*antidolorifici/antipiretici: paracetamolo (sotto il nome di acetominofene), aspirina e ibuprofeno.
*lassativi
*antidiarroici
*medicinali per il raffreddore: spray e compresse
*antiacidi
*antistaminici: pomate e compresse
*bende, disinfettanti e pomate
*colliri
*medicinali contro le cistiti e le micosi vaginali
*uno scaffale per bambini, a meno che le medicine vengano divise diversamente, secondo i casi
*vitamine, qualche erba
*sporadicamente un po’ di omeopatia.

Da notare che mentre i medicinali in vendita libera hanno dei prezzi ragionevoli, quelli prescritti sono esorbitanti (160 dollari per una crema che è intorno ai 5 euro in Francia). Ma la somma che vi resta da pagare dipende molto dalla copertura assicurativa che avete. Nei corridoi e al banco i farmacisti non sono propriamente disponibili a dispensare consigli.

Per trovare medicine omeopatiche bisogna andare ai supermercati bio, tipo Whole foods: ci si trova tutta la gamma di specialità Boiron, e anche i tubi di granuli. C’è anche un’ampia scelta di erbe. E’ una buona alternativa alla medicina tradizionale anche se l’offerta è piuttosto povera.

Oltre alle farmacie normali, ci sono delle piccole farmacie indipendenti, un po’ come in Francia, e delle farmacie dette integrative, tipo Whole Foods, che raggruppano tutta l’offerta di medicinali detti alternativi (es : Pharmaca).

USA salute2Assicurazioni mediche

Nonostante la riforma dell’assicurazione malattia, detta Obamacare, la protezione sociale non si è veramente sviluppata per quelli che sono già affiliati a un’assicurazione medica privata. Per capire la propria assicurazione medica bisogna comprendere due termini :

*Il deducibile : è la somma a partire dalla quale si comincia ad essere rimborsati. Ad esempio : avete un deducibile di 3000$, comincerete ad essere rimborsati dall’assicurazione quando ne avrete spesi 2999. Il deducibile copre in generale un periodo di un anno e non è necessariamente previsto da tutte le assicurazioni.

*Il co-pay : in alcune assicurazioni il co-pay è la parte che resta a carico dell’assicurato. Ad esempio: invece di pagare la cifra intera della visita si pagano solo 20 dollari di co-pay e il resto viene inviato all’assicurazione che pagherà direttamente il dottore.

Esistono vari tipi di assicurazione: oltre a quelle puramente mediche, ci sono anche delle assicurazioni per le spese dentistiche e le assicurazioni oftalmologiche.

Ogni assicurazione ha le sue condizioni di rimborso. Il dottore non sa mai su quale procedura si basa il suo rimborso: non è raro vedersi arrivare una fattura dei costi che erano rimasti a suo carico. In breve, questo sistema assicurativo è un vero puzzle, un sistema ingiusto e terribilmente destabilizzante per noi francesi, abituati al nostro rigoroso sistema di Sicurezza Sociale.

Infine è importante sapere due cose :

*l’assicurazione finisce nel momento in cui lasciate la vostra società;

*tutto è negoziabile : ad esempio, se non avete ancora un’assicurazione, gli ospedali vi propongono degli sconti…potete anche negoziare in farmacia sui prezzi dei medicinali con ricetta, se la vostra assicurazione non li copre interamente, accennando a prezzi migliori in altre farmacie.

Isabelle Guglielmi
Dottore in Farmacia laureata in Francia
Autrice del blog : http://www.monblog-us-santepharma.com/