Home > Europa > Germany > La raccolta differenziata dei rifiuti a Monaco di Baviera

Ringraziamo di cuore Ingrid, una cara amica di Expatclic che vive a Monaco di Baviera, per questa dettagliata guida alla raccolta differenziata dei rifiuti nella sua città.

 

In Germania la raccolta differenziata dei rifiuti non si fa allo stesso modo in tutte le città; variano, ad esempio, sia il numero di pattumiere da usare che le spese da sostenere (che cambiano anche in base al consumo). Generalmente ci sono dei contenitori che ogni nucleo familiare deve usare in casa o nel condominio, e dei punti di raccolta sparsi nei quartieri dove vengono portati rifiuti come ad esempio vetro e plastica. Ci sono poi le piattaforme ecologiche (Wertstoffhof) per prodotti elettrici/elettronici, rifiuti speciali, rifiuti tossici, rifiuti ingombranti ecc.

Le relative informazioni si trovano sul sito del Comune di Monaco: www.muenchen.de o direttamente sul sito dell’Abfallbetrieb München: http://www.awm-muenchen.de, dove troverete una brochure con tutte le informazioni necessarie in circa dieci lingue.

A Monaco esiste il sistema dei tre contenitori (3-Tonnen-System) che vengono richiesti in Comune e svuotati settimanalmente o ogni 15 giorni:

le pattumiere blu : per carta, cartone
le pattumiere marroni: per i prodotti biodegradabili, scarti alimentari che diventeranno compost
le pattumiere nere o grigie : per i rifiuti non riciclabili

Per le pattumiere si pagano delle tasse che si sono abbassate parecchio rispetto ad alcuni anni fa. Negli ultimi anni si è introdotto in tanti comuni tedeschi il concetto del: chi produce tanti rifiuti e non ricicla, paga di più e perciò le pattumiere possono essere pesate. Con questa politica si cerca di responsabilizzare ulteriormente i cittadini premiando l’impegno anche a livello economico. Per un nucleo familiare che ha una casa propria questo è un bel modo per risparmiare, nei condomini può essere più difficile visto che non tutti vogliono far fatica e vivono sulle spalle degli altri. Può capitare che l’amministrazione comunale multi coloro che non si impegnano a differenziare correttamente i rifiuti. Ci sono degli ispettori che possono verificare se la divisione è stata fatta correttamente, e le multe possono essere salate.

Oltre alle pattumiere in casa ci sono i punti di raccolta nei quartieri (Wertstoffinseln) per depositare i seguenti rifiuti:

i contenitori gialli: per i prodotti di plastica e i prodotti di alluminio, scatolame ecc.
i contenitori per il vetro divisi per colore: marrone, verde, bianco.

Un po’ ovunque in città e nel vostro quartiere troverete inoltre dei punti di raccolta per vestiti e scarpe usate – spesso vicino agli altri contenitori.

Attenzione che oltre a differenziare i rifiuti bisogna anche rispettare le ore di riposo, non potete depositare le vostre bottiglie in qualsiasi momento, è proibito farlo la domenica e durante le ore di riposo.

I medicinali scaduti possono essere riportati in farmacia. Le batterie vengono raccolte al Wertstoffhof e anche in tanti negozi/supermercati, le lampadine “classiche” possono essere buttate nella pattumiera grigia, quelle “moderne-ecologiche” vanno riportate nei negozi dove sono in vendita o al Wertstoffhof (sono considerate rifiuti tossici perché contengono mercurio).

Il Giftmobil è una specie di camioncino che raccoglie i rifiuti tossici passando direttamente nei quartieri. Sul sito si trovano gli orari.

Il Wertstoffhof è la piattaforma ecologica dove si possono portare i rifiuti speciali, ingombranti ecc. Per lo smaltimento di alcuni prodotti si paga, va verificato con gli addetti che si trovano lì. Sono aperti durante la settimana, il sabato seguono un’orario ridotto.

Un aspetto importante da tener presente nella vita quotidiana è il sistema delle Pfandflaschen di vetro e di plastica (bottiglie a rendere). Nel momento dell’acquisto si paga il Pfand (da 8 fino a 15 Cent) che viene poi restituito quando si riportano le bottiglie. Nei negozi e supermercati c’è un apposito apparecchio in cui inserire le bottiglie e ritirare una specie di scontrino da presentare alla cassa. Attenzione che anche ai festival, concerti e iniziative pubbliche (anche al famoso Oktoberfest o ai mercati natalizi) si usa il Pfandsystem perché la gente riporti le bottiglie o bicchieri/piatti usati e non li butti in giro. In tal caso danno spesso una monetina colorata che si restituisce alla cassa o un addetto dello stand (Pfandrückgabe) insieme all’articolo da rendere.

In generale si raccomanda di fare attenzione al momento degli acquisti, ad esempio:

– utilizzate il sistema di consegna
– date la preferenza alle ricariche dei vari prodotti (detersivi, etc.)
– acquistate prodotti che siano in confezioni preferibilmente riciclabili
– acquistate apparecchi elettrici che rispettano l’ambiente
– acquistate prodotti di buona qualità per evitare il deterioramento o la moltiplicazione dei rifiuti.

Qui il riciclaggio è un istituzione ed è molto rispettato. Qualche cifra: più dell’80% della carta vecchia serve per fare i quotidiani. I rifiuti biologici sono usati per fare del compost e anche per creare energia. Per quanto riguarda il vetro, il 97% è utilizzato per rifare altro vetro, e il 70% della plastica viene riciclata dopo la raccolta differenziata.

Le pattumiere nel vostro quotidiano

Alcuni esempi:

Restmülltonne (rifiuti non riciclabili):

– Carta dipinta, resti piccolo di moquette, tappeti
– Sacchi per aspirapolveri
– Resti di piatti alimentari, ossa
– Pannolini, articoli igienici (cerotti, assorbenti, struccanti…)
– Mozziconi di sigaretta
– Lettieri di piccoli animali
– Pitture secche
– Tessuti sporchi
– Confezioni sporche (carne, etc.)

Biotonne (Prodotti per compost, rifiuti di cucina non cucinati, rifiuti piccoli di giardino)

– niente carne !
– avanzi di verdure e frutta (non cucinati)
– latticini
– pane
– bucce di patate e gusci d’uova
– filtri di té e caffé
– rifiuti di foglie, erba, rami, cespugli (in quantità ridotte)
– fiori appassiti
/piante da vaso
– fazzoletti di carta usati
– carta da cucina usata

Papiertonne (carta – cartone – cartoncini, carta pulita)

– giornali e riviste
– scatole di cartone pieghevoli
– cataloghi
– lettere e buste
– imballaggi di carta
– imballaggi per le uova
– locandine
– libri senza copertina
– moduli e carta per computer
Attenzione : niente carta da cottura o carta sporca, usata

Gelbe Wertstofftonnen nei punti di raccolta (ca. 1000 in città)

– bottiglie da buttare (attenzione : il vetro blu va nello stesso contenitore che il vetro verde, niente piatti, né lampadine o cristallo)
– lattine di alluminio
– coperchi di ferro
– pacchetti di patatine
– tetrapack, bevande individuali
– coperchi di yogurt
– lattine da conserva
– sacchi di plastica
– tubi di dentifricio, shampoo
– confezioni di caffè
Attenzione : niente foto, CD, dischetti, giochi di plastica rotti

Le pattumiere nei “Contenitori differenziati” del Wertstoffhof (in città ce ne sono ca. 12 Wertstoffhofe):

Rifiuti problematici:

– pile
– prodotti elettronici
– tubi fluorescenti, fosforescenti
– sugheri
– solventi, lacche
– prodotti disinfettanti

Rifiuti voluminosi:

– mobili
– frigoriferi
– lavatrici
– materassi
– biciclette

Va segnalato che esistono tante associazioni nel sociale che riciclano, riparano e rivendono tanti prodotti che altrimenti andrebbero buttati (computer, televisori, biciclette ecc) e che fanno anche sgombero di cantine e case. Informatevi! Sul sito del Comune di Monaco si trovano gli indirizzi delle Sozialbetriebe.

E ricordatevi che ci sono tanti mercati delle pulci (Flohmarkt) che troverete sempre ed ovunque in tutta la città.

 

Ingrid
Monaco di Baviera, Germania
Gennaio 2015