Home > Vita d'Expat > Salute > L’aromaterapia

In Giappone Giuliettaexpat si è avvicinata all’aromaterapia, e ci guida in un piccolo viaggio alla scoperta di alcuni oli essenziali

Che cos’è l’Aromaterapia?
Letteralmente aromaterapia vuol dire curare le malattie attraverso gli aromi, gli oli essenziali e le piante aromatiche, è una medicina naturale e alternativa, sia curativa che preventiva. Per prima cosa infatti attraverso l’aromaterapia si riequilibria il nostro organismo, lo si rende meno esposto alle infezioni esterne, più forte nelle sue difese immunitarie.

Aromaterapia2

Gli oli essenziali sono tutti antisettici, disintossicanti e rivitalizzanti, e in più hanno ciascuno delle caratteristiche proprie.

Gli oli possono essere usati da soli o combinati insieme, aumentandone così i diversi benefici.

Ma come riconoscere la qualità di un olio essenziale ?

Sulle etichette deve essere indicato il suo nome latino, la sua provenienza, il laboratorio che l’ha prodotto, solo un’olio al cento per cento naturale e biologico possiede le qualità terapeutiche che in esso ricerchiamo.

Gli oli essenziali danno dei risultati stupefacenti se però vengono utilizzati in modo accorto e ben seguendo le indicazioni date. Come per le medicine con gli oli bisogna assolutamente seguire la prescrizione ed evitare di fare da soli dei miscugli, in quanto certe sinergie aromatiche alterano il risultato che si vorrebbe ottenere utilizzando l’aromaterapia.

Ho chiesto a Catherine Roulot specialista in aromaterapia e reflessologia plantare di darci qualche indicazione per poter avvicinarci all’aromaterapia senza rischi.

Incominciamo dai Grog AROMATICI, un primo per difenderci da influenza e mal di gola e un secondo per rilassarci, come il nome stesso di grog zen ci dice!!

Grog antinfluenzale

Per adulti e bambini sopra i 10 anni

Olio essenziale di pino, olio essenziale di mandarino, olio essenziale di canella, 2 gocce di ognuno (per i bambini dai 3 ai 10 anni 1 goccia)

Grog zen

1 goccia di olio essenziale di basilico, 1 goccia di olio essenziale di maggiorana, 2 gocce di olio essenziale di mandarino, di olio di arancio e di nerola

(per i bambini dai 3 ai 10 anni 1 goccia di ogni olio)

Per preparare il grog mettete in una tazza un cucchiaio di miele, le gocce indicate, dell’acqua calda non bollente. Mescolate…..

…. e a questo punto sorseggiando il grog proseguite la lettura!!!

Tra gli oli essenziali senza alcuna controindicazione anche per i bambini c’è la lavanda, la regina dgli oli essenziali.

Lavandula officinalis

Tra le sue proprietà: regola il sistema nervoso, antisettica, cardiotonica, cicatrizzante ….

E’ indicate per le insonnie e gli stati di ansia, l’emicrania di origine nervosa, le affezioni delle vie respiratorie, le piccole ferite, le punture d’insetto, per facilitare la digestione, per dei problemi di pelle ….

Può essere ingerita, applicata sulla pelle con un massaggio o messa in un diffusore per essere inalata …

Ma vediamo nel dettaglio qualche idea utile.

Per l’acne:

2 gocce di lavanda pura sulla pustola da trattare, se l’acne è diffusa 10 gocce di olio di lavanda mescolato a 10 gocce di olio vegetale di nocciola, e applicare.

Per gli stati di ansia:

Massaggiare delicatamente il plesso solare con qualche goccia di lavanda pura, e si possono anche applicare 1 o due gocce sulle tempie e la fronte (attenzione per i bambini mescolate le gocce di lavanda con l’olio di germi di grano).

Per i più di 10 anni è possible anche inghiottire due gocce di lavanda, con un po’ di miele o un po’ d’acqua.

Nelle vere e proprie crisi di ansia si consigliano due gocce di lavanda sul fazzoletto e respirare a pieni polmoni.

Per le bruciature

La lavanda è disinfettante e aiuta la cicatrizzazione

Se la zona non è particolarmente estesa si possono applicare direttamente due gocce di lavanda sulla zona da trattare.

Se la superficie è estesa la lavanda va mescolata ad un olio vegetale. Applicare localmente da 3 a 8 gocce di questo miscuglio 4 volte al giorno per 10 giorni.

Insonnia

2 gocce di lavanda da leccare su dorso della mano o in un cucchiaino di miele, subito dopo cena e poi di nuovo prima di andare a letto.

Per i bambini solo a partire dai 10 anni e 1 goccia.

O un bel bagno alla lavanda, 10 gocce nell’acqua (attenzione, per i bambini solo a partire dai 10 anni, 3 gocce)

Spasmi digestivi

2 gocce di lavanda direttamente sulla lingua o in un po’ di miele, 3 / 4 volte al giorno.

L’olio essenziale utilizzato invece per i problemi respiratori è EucaliptoEucalyptus globules , indicato appunto per le affezioni delle vie respiratorie, bronchiti, influenza, asma, come calmante per la tosse e fluidificante, e anche nelle infezioni urinarie.

Lo si usa in diffusione nell’atmosfera attraverso un diffusore per ambienti, applicato sulla pelle o ingerito.

Per la bronchite

Massaggiare il torace, la schiena e la volta plantare con 10 gocce di eucalipto mescolate a dell’olio vegetale (oliva, mandorle, jojoba….) per 2/3 volte al giorno.

O in un diffusore mettere 4 gocce.

Per l’otite

Mescolare 4 gocce con dell’olio vegetale e massaggiare delicatamente intorno all’orecchio e la nuca, 4 volte al giorno.

Per la sinusite

Mescolare 3 gocce di eucalipto con tre gocce di olio vegetale di iperico e applicare massaggiando sul seno frontale, e i lati del naso, da 3 a 5 volte al giorno per 10 giorni.

Il Citrus limonum è invece l’olio essenziale tipico delle donne, perchè?

Perchè aiuta a dimagrire!!!

2 gocce al mattino, a mezzogiorno e alla sera 20 minuti prima dei pasti, da sole o in un bicchiere di acqua calda, aiutano a regolare il transito intestinale, a eliminare le tossine…

Il limone è indicato per rinforzare il sistema immunitario, tonificare il sistema nervoso, per depurare il sangue, le reni, il fegato. Aiuta il nostro organismo in caso di infezioni ripetute per combattere uno stato di stanchezza diffuso, una goccia nella nostra crema da giorno aiuta a combattere l’invecchiamento della pelle.

Qualche goccia di olio di limone applicata sulla pelle 1 o 2 volte al giorno può curare piaghe, verruche, furuncoli, erpes.

L’olio di Mentamentha pipperata è invece un olio rinfrescante, ma attenzione è tossico per i bambini piccoli, per le donne in gravidanza e durante l’allattamento e anche per le persone anziane. E non deve nè essere frizionato sul corpo (se non applicato in una zona piccolissima) nè essere messo nell’acqua del bagno.

Una goccia di menta sulla mano da leccare o in un bicchiere d’acqua può aiutare a combattere la stanchezza o a digerire alla fine del pasto.

3 gocce di menta in un cucchiaio di miele sono benefiche per le coliche intestinali e per le crisi di fegato.

Così come 2 gocce direttamente ingerite dopo una serata un po’ troppo festaiola, e 2 gocce l’indomani possono aiutare ad alleviare fegato e pancreas.

Per la pressione bassa

2 gocce di menta sotto la lingua 2 o 3 volte al giorno.

Per l’alito cattivo

Una goccia di menta nel miele da lasciar fondere in bocca dopo ogni pasto.

Per nausea e vomito

2 gocce pure direttamente sotto la lingua o in un po’ di miele e se necessario una seconda presa un’ora più tardi (non per i bambini piccoli e dopo i 10 anni una sola goccia).

E poi attenzione la menta è anche leggermente afrodisiaca… da usare con moderazione!

E a questo punto punto non vi resta che provare per essere assolutamente zen, belle, magre e senza mal di gola!!!

Giuliettaexpat
Tokyo, Giappone
Febbraio 2008