Home > Asia > Kazakhstan > Oblast e Kurmangazy

Erikaex ha parlato con un luminare della musica in Kazakstan, per raccontarci com’è l’ambiente musicale nel suo paese d’accoglienza. 

 

Negli anni 50 Atyrau, in Kazakhstan, era davvero un piccolo villaggio sulle rive del Mar Caspio.

I genitori di Natalia si sono conosciuti durante un corso di formazione professionale.

Il papà era un soldato impiegato nei primi impianti petroliferi della zona e sua mamma, dopo aver frequentato le scuole del partito comunista, venne mandata dal partito a capo dell’ufficio risorse umane di un impianto chimico.

A 8 anni Natalia ha iniziato a frequentare la scuola di musica di “Oblast e Kurmangazy”, la più antica della citta, fondata circa 73 anni fa.

Ha studiato pianoforte e ha proseguito gli studi all’accademia musicale di Atyrau dove si è diplomata nel 75 e ha poi terminato il suo percorso all’università (facoltà di pedagogia musicale).

Si è sposata, ha avuto due figli che hanno studiato rispettivamente violino e pianoforte e oggi è la nonna di un ragazzino di 16 anni.

Ha sempre insegnato in questa storica scuola ed è proprio che lei che mi racconta del suo passato, della sua vita, dell’approccio musicale in questa parte del mondo. La mia amica Gulya mi accompagna per fare da interprete: è grazie a lei se sono riuscita a fare questa bella chiacchierata con la maestra Natalia.

La musica in Kazakhstan (in tutta la Russia, in realtà) è una materia sentita e studiata regolarmente e con rigore. La maggior parte delle famiglie possiede uno strumento musicale a casa e la maggior parte dei bambini viene indirizzata a suonare fin dalla più tenera età. Ci sono molte scuole statali che offrono corsi post scuola. In genere lo stato si accolla il 50% del costo dell’intero programma che prevede una frequenza tra i 5 e i 7 anni (con esami di solfeggio, di canto, di storia delle musica e di strumento) e al terminie del quale viene rilasciato un attestato valido per l’accesso universitario o nel mondo del lavoro (offre un punteggio aggiuntivo ai titoli presentati).

Durante questo periodo vengono segnalati i bambini particolarmente dotati, che possono essere inviati in una delle scuole per allievi talentuosi; generalmente in questo caso, il corso di studi dura 10 anni, e prevede, oltre ad una seria formazione musicale, un percorso scolastico completo in strutture simili a collegi.

Da qualche anno ormai inotre, la Repubblica Kazaka ha istituito un concorso annuale per scegliere i migliori allievi presenti sul terrirorio nazionale. Ogni anno le scuole effettuano una selezione, a livello di scuola, di città e infine di provincia durante la quale emerge lo studente migliore in un ambito (ogni anno, a rotazione, è proposto un diverso strumento tra il pianoforte, il violino e infine gli “strumenti del popolo” che sono il dombra, la fisarmonica e il cobyz).
Nonostante le difficoltà, il Kazakhstan è un paese che emerge e questo si riflette anche nel modo in cui si investe sui suoi cittadini: una preparazione scolastica il più possibile versatile è la garanzia di una futura generazione di adulti preparati e competenti.

 

Erikaex
Atyrau, Kasakhstan
Gennaio 2013