Home > Vita d'Expat > Trasferirsi > Una valigia per… l’Africa

Cosa mettere in valigia se si parte per un paese africano? Consigli e suggerimenti pratici!

a cura di Cristinaexpat

Abbigliamento

  • Abiti estivi, preferibilmente di un buon cotone, evitare tessuti sintetici sia per favorire la traspirazione (clima umido) sia perchè la scarsa qualità dei detersivi e delle lavatrici danneggiano facilmente I tessuti delicati.
  • Gli abiti di colore chiaro sono da preferirsi oltre per evitare facili scolorimenti, anche per la prevenzione alle punture di insetti (le zanzare prediligono I colori scuri)
  • Non dimenticare capi con manica lunga e pantalone lungo da indossare in serate all’aperto o in gite nella giungla, sempre come protezione dalle punture di insetti
  • Da non dimenticare capelli e occhiali da sole, anche per bambini piccoli.
  • Scarpe: per tutti ma in particolare per I bambini, prevedendo la loro crescita durante il soggiorno. Le scarpe che si trovano in loco sono molto care e di scarsa qualità. Portare sempre uno o due paia di scarpe chiuse.
  • Un set di abbigliamento pesante per eventuali rientri invernali in Europa
  • Qualche capo caldo, felpe leggere o golfini, per situazioni particolari (ambienti fortemente condizionati, probabili vacanze in paesi limitrofi, …)
  • Utili stivaletti di gomma e impermeabili per la stagione delle piogge, quando piove a dirotto per giorno e le strade di allagano e infangano.

Se in paesi di religione islamica:

  • Abiti estivi, leggeri, di cotone. Camiciole lunghe e maglie a manica lunga o ¾, non aderenti al corpo. Vestiti da abbinare a pantaloni larghi. Severamente vietate gonne a tubo e corte, pantaloncini e tutto quanto lasci scoperti il decolleté, le cosce, il ventre. Affidatevi al buon senso e guardatevi intorno, vi sarà d’aiuto osservare il codice vestamentario delle donne che incontrerete in città.
  • Scialli leggeri da usare per coprire – se richiesto – testa, spalle e decolleté.
  • Un consiglio: evitate il verde, che si ritiene il colore sacro dell’islam…

 

Materiale sportivo

  • Costumi, giochi e materiali per piscina e mare
  • Scarpe per lo sport
  • Attrezzature specifiche

Alcune città importanti come Lagos stanno vedendo un boom dei negozi sportive ed è quindi facile trovare abbigliamento sportive e anche attrezzature, ma i prezzi sono ancora molto alti.

Per la scuola:

(materiale che si trova anche in loco ma con grande fatica e spesso caro e di pessima qualità. Le scuole internazionali spesso provvedono ad una sorta di mercatino importando del materiale. Libri sono forniti dalle scuole, che hanno sempre delle biblioteche interne)

  • Zaini per la scuola
  • Lunch box e borraccia termica di qualità
  • Cancelleria (pastelli, pennarelli, matite, quaderni….. un pò di tutto)
  • Dizionari nella propria lingua
  • Costumi da bagno
  • Attrezzature sportive
  • Strumenti musicali se pertinenti

Per bambini (a seconda delle età)

I giocattoli sono beni rari e il mercato africano si rifornisce prevalentemente in Cina: attenzione quindi ai giocattoli acquistati in loco soprattutto se destinati a bebè o a bambini molto piccoli. In alcuni paesi, come la Nigeria, le attività dei bambini si svolgono prevalentemente in casa propria o in pomeriggi da amici, sono scarse le strutture affidabili per portare I bambini a divertirsi fuori casa e perciò è consigliabile portarsi adeguate scorte di giochi e attività per bambini da fare in ambiente domestico, soprattutto se I bambini sono in età prescolare.

  • Giocattoli vari, prediligendo quelli per pomeriggi in casa
  • Giochi per l’aria aperta (Pallone, ….)
  • Giochi di società
  • Pasta per giocare
  • Colori vari, a dita, pennelli, ….
  • Libri in lingua madre
  • Album da disegno

Per il bebè:

  • Abbigliamento
  • Scarpine
  • Biberon e ciucci
  • Sterilizzatore (si trova liquido Milton)
  • Marsupio (il passeggino è poco pratico nelle strade africane)

In genere non ho mai avuto difficoltà a trovare negozi con materiale per bebè ma è sempre meglio verificare se possible prima di partire la disponibilità di pannolini e di latte in polvere (per quest’ultimo in particolare lo stato di conservazione: a volte il problema non è trovare I prodotti, ma essere sicuri che siano stati conservati in modo appropriato, ad esempio non in mezzi di trasporto o ambienti all’aperto (le temperature equatoriali sotto il sole possono facilmente arrivare ai 40 gradi).

Medicinali

Dipende molto da dove si va: informarsi della disponibilità di strutture sanitarie affidabili in loco che il più delle volte provvedono anche alla fornitura di medicinali. Non fidarsi delle farmacie locali se non consigliate da residenti o da medici di fiducia.

Se portate con voi medicinali, ricordate di scegliere quelli che meglio si adattano al trasporto in valigia e ad una conservazione in climi caldi (sconsigliati gli sciroppi, preferiti compresse e pastiglie eventualmente solubili).

La conservazione dei medicinali in casa va fatta in ambienti tenuti a temperature non troppo elevate (di norma condizionati, sotto I 25 gradi centigradi) o in frigorifero.

Per I bambini in età vaccinale, informarsi sulla disponibilità e affidabilità dei vaccini in loco o altrimenti prepararsi a trasportarli di persona. Leggete qui come fare.

Piccola scorta farmaceutica per la famiglia (per ogni farmaco, ricordarsi  di portare i corretti dosaggi per adulti e per I bambini):

  • Antibiotici (soluzioni in polvere solubile per I bambini piccoli, più facilmente dosabili dal medico)
  • Antipiretici
  • Crema cortisonica x punture insetti
  • Crema antibiotica per piccole lesioni
  • Termometri
  • Collirio
  • Cerotti, disinfettante, garze e altro materiale di primo soccorso
  • Utile anche una scatola di siringhe sterili di scorta

Per neonati:

Se in zone con strutture non specializzate per bambini….

  • Mascherina per inalazione (in caso di insufficienza respiratoria mancano I sondini per intervenire su bambini piccoli)
  • Soluzioni Reidratanti
  • Soluzioni saline sterili (per pulizia naso e occhi)
  • Creme Protezione solare ad altissimo fattore

Prodotti per pulizia della persona

In genere sono presenti prodotti di vario tipo per l’igiene della persona, ma in particolari aree possono non essere disponibili quelli a cui siamo abituati e comunque per chi ha problemi di sensibilità particolari o allergie, consiglio di premunirsi con una scorta dal proprio paese. In paticolare per:

  • Spazzolini da denti di buona qualità
  • Dentifrici particolari (sono I genere disponibili le più comuni marche commerciali, ma raramente quelli per bambini)
  • Creme per il viso o per il corpo
  • Creme solari (essenziali per I bambini)
  • Forbicine o tronchesini di buona qualità

Essenziali /utili

  • Prese con adattatori universali per carica batterie dei vostri pc / telefono / ipod …
  • Scorta di batterie ricaricabili e relativo carica batterie: oltre che essere una scelta ecologica, costituisce una buona strategia in paesi dove le batterie sono difficili da trovare, costose e spesso stivate per lungo tempo nei negozi e pertanto non di lunga durata.
  • Macchinetta del caffè (per noi italiani un oggetto introvabile o quasi all’estero) con, nel caso, qualche guarnizione di ricambio.
  • Torcia elettrica, meglio se di quelle da campeggio ricaricabili a manovella (decathlon)… La corrente elettrica in Africa è spesso un bene non costantemente disponibile e una piccola torcia è sempre utile.

Altro

Il resto della valigia dipende dai gusti e dalle preferenze delle persone.

Per chi ama leggere consiglio di portarsi I libri: l’Africa può offrire a volte buone librerie in lingua locale o inglese, ma in posti remoti difficilmente si trovano.

Stesso discorso per dischi e musica: ovunque si troveranno cd musicali, a prezzi irrisori, ma non certo di buona qualità, pur se contenendo musica di ottimo livello.

Per chi ha l’hobby della fotografia, consiglio di portarsi tutto dall’Europa, inclusi set di pulizia per le macchine, rullini e quant’altro.

Per chi ha altri hobby (pittura, decoupage, …) il consiglio è di informarsi se possible, ma di norma è meglio portarsi colori e materiali di buona qualità.