Home > Famiglia e Bambini > Bambini > Babbo Natale a Goa

Proporre un Natale diverso ai nostri bambini può essere all’inizio ‘destabilizzante’ ma, con un po’ di fantasia e d’immaginazione, anche divertente e bello proprio per la sua diversità. Ecco un Natale al mare raccontatoci da Silviaex…

« Cosa??!” Natale in… spiaggia??! Ma… e Babbo Natale??? Arriva con le… pinne ?! » 

E sì, quell’anno 2003 Emily era molto preoccupata all’idea di passare un Natale sulle bellissime spiagge di Goa in Indiae non in un ambiente invernale tradizionale.
Eravamo allora residenti in Pakistan, a Islamabad e volevamo approfittare della nuova linea aerea detta ‘dell’amicizia’ che ricollegava Lahore (in Pakistan) e Delhi (in India) in poco meno di 50 minuti. E così ci siamo detti ‘Perchè non far conoscere a Emily un Natale diverso ?’

Detto fatto, in poche ore ci lasciavamo il clima freddino e umido di Islamabad alle spalle e, dopo uno scalo a Delhi di qualche giorno (dove ho fatto il pieno di regali in libri e giocattoli !) eccoci approdare nell’incantesimo di Goa.

Pur essendo il momento clou dell’alta stagione, non abbiamo avuto problemi nel trovare una sistemazione e questo direttamente all arrivo al Goa Airport. Lì infatti, un efficientissimo Tourist Centre ci ha subito indirizzato verso il Sud dove le feste Rave e le atmosfere psichedeliche di Anjuna al Nord non sono ancora arrivate e dove forse non arriveranno mai. Il Sud di Goa è infatti rimasto ancora intatto e nonostante sia spesso travolto da ondate di turismo della terza età rimane ancora uno dei luoghi più ottimali per chi vuole e sogna un turismo familiare senza rischio di noia o di panorami desolati.
Ahh, Colva, Benaulim, Cavelossim, Palolem… che sogno !

 

La spiaggia di Colva

La spiaggia di Colva

Colva beach è una lunghissima striscia di sabbia bianca, di ca 5 km, lungo la costa meridionale di Goa, che prosegue giù fino a Benaulim, Palolem e oltre in un susseguirsi, all’interno, di villaggi di pescatori, e all’esterno, ai margini delle spiagge, di piccole capanne dove per tre dollari ci si può mangiare montagne di gamberetti in salsa piccante e squalo alla griglia, per andare poi a sdraiarsi sotto una struttura in paglia da dove in tutta calma godersi lo spettacolo delle onde del Mare Arabico (o anche Oceano Indiano).

Arrivammo dunque a Colva e l’albergo, a 100m dal mare, ci parve da subito magnifico, un vero 5 stelle abbandonato nello stile tranquillo e nonchalant dell’India dei cliché ! Così, bella piscina piena di foglie ed altre cose, dove Matthias e Emily si bagnavano indifferenti tutte le sere al rientro dall spiaggia, sotto lo sguardo accigliato di un’anziana coppia tedesca che li guardava allibiti lamentandosi della sporcizia… Boiler in bagno funzionante a metà, sicchè la doccia la dovevamo fare tutti e tre assieme, e alle prime gocce d’acqua – chissà perchè – improvvisamente gelata, via ! fuori ad asciugarsi sotto il getto del condizionatore da cui usciva una specie di vapore / sauna devo dire utilissimo in quei momenti di… doccia fredda ! Insomma, dopo il rigore Pakistano, una sana dose di … flessibilità e irriverenza indiana!

P2270047
Quanto al clima natalizio, beh, sì, quello diciamo la verità, mancava… A parte un alberello striminzito e moribondo sotto il peso di pacchi e pacchetti finti, sistemato nell’atrio dell’Albergo all’arrivo di una comitiva di russi, devo dire che niente faceva pensare all’arrivo imminente delle renne di Babbo Natale e col passare dei giorni la nostra Emily (all’epoca di quasi 4 anni) cominciava ad essere seriamente preoccupata…

Che fare? Beh, con un po’ di fantasia e di immaginazione ecco come abbiamo risolto : allora, intanto abbiamo visto insieme in un libro che sul pianeta Terra alcuni vivono all’ingiù e quindi, tra l’altro, hanno freddo quando (da noi) è estate e poverelli non hanno la neve a Dicembre… Però poi abbiamo anche pensato che a Babbo Natale tutto questo non lo scoraggia ma anzi, lo diverte e infatti cosa fa quel vecchietto arzillo e grassoccio ? Ma certo!!! Lo Sci Nautico! e chi sono le sue renne marine ? E’ chiaro, i Delfini!!

Poi, approfittando della passione per luci e lucette del popolo indiano e delle bellissime decorazioni kitch in plastica tipo limoni d’Agrigento e arance di Sicilia, abbiamo decorato una pianta grassa verde di ca 80 cm nel soggiorno della nostra piccola suite in albergo e così facendo abbiamo dato a Emily (e a noi stessi!) l’idea di festa e di allegria che ci ripresenta tutti gli anni il Natale. La veglia, cioè il 24, siamo andati in spiaggia e di nascosto dal mondo, abbiamo cercato di spiare l’arrivo dei delfini… Ahimè, non li abbiamo visti, ma Emily è ancora sicura di aver visto qualcosa di grande muoversi all’orizzonte…

Il 25 dicembre mattina infine eccoci tutti lì ad ammirare tutti quei pacchi e pacchetti coloratissimi, una decina e più, sotto la piantina grassa addobbata di stelle filanti e lucine! Ho tagliato il Panettone tutto strapazzato dal viaggio intercontinentale (era infatti arrivato in Pakistan da Roma!) e abbiamo brindato con un vino spumante prodotto a Goa e poi, dopo aver scartato i regali, siamo corsi in spiaggia felici e soddisfatti: una volta ancora infatti Babbo Natale si era ricordato di noi e ci aveva trovato!

P2280071

Buon Natale a tutti ovunque voi siate !

 

Silviaex
Skopje, Macedonia
Dicembre 2007

Già che sei qui ...

... possiamo chiederti di offrirci un caffe ? Scherziamo, naturalmente, ma fino a un certo punto. Come forse avrai notato, Expatclic non ha  pubblicità nè quote associative obbligatorie. Da 13 anni lavoriamo volontariamente per garantire dei contenuti e un'assistenza di qualità alle espatriate in tutto il mondo. Mantenere un sito di queste dimensioni, però, ha dei costi, che copriamo parzialmente autotassandoci e con donazioni spontanee di chi ci segue e apprezza da anni. Se tu potessi dare anche solo un piccolo contributo per coprire il resto, ti saremmo immensamente grate ♥ Puoi sostenerci con una donazione o diventando socia onoraria. Grazie di cuore.