Home > Vita d'Expat > Volontariato > Collaborare come volontarie su Expatclic: la parola all’equipe.
volontarie su expatclic

Le donne dell’equipe di Expatclic raccontano cosa vuol dire per loro quest’esperienza di volontariato online 🙂

 

Quando nel 2004 io e Marie abbiamo fondato Expatclic, eravamo un po’ confuse sulla direzione da dargli. Abbiamo investito tanti soldi per farlo partire, e ci abbiamo lavorato ore, giorni, mesi gratuitamente perchè per noi era un progetto importantissimo, anche se non vedevamo ancora bene come si sarebbe sviluppato. Ogni tanto entrambe sospiravamo pensando che anche se essere volontarie su Expatclic era una delle cose più belle che ci era capitata negli ultimi tempi, sarebbe pur sempre stato bello tirar fuori dal sito, in qualche modo, due soldini per ripagarci almeno in parte il tempo, il capitale e le energie spese nel montarlo. Ci è sempre però sembrato più urgente dedicare tempo a trovar modi per aiutare al meglio le espatriate della comunità, che non pensare a come far fruttare Expatclic.

Da subito siamo state circondate da donne meravigliose che davano volontariamente il loro tempo per affiancarci in una miriade di compiti : scrivere, intervistare, tradurre, caricare e pubblicare gli articoli, gestire i forum, tenere le relazioni con il pubblico, cercare informazioni, rispondere ai messaggi, seguire i vari casi di espatrio che ci si presentavano.

Man mano che passava il tempo, più diventava chiaro dentro di me che non avrei voluto snaturare Expatclic e farlo diventare un progetto profit. Non mi interessava guadagnarci, e temevo che la bella atmosfera di comunione d’intenti che regnava all’interno dell’equipe si sarebbe guastata se avessimo introdotto il discorso del guadagno. Inoltre, lavorare volontariamente evita di mettere in gioco la pressione che deriva dal dover fatturare.

A distanza d’anni sono ancora dell’idea che questa sia la soluzione vincente – quantomeno, per me 🙂  – e sono estremamente grata a tutte le donne che sono passate in equipe, e a quelle che attualmente l’animano, per tutto il tempo che da sempre dedicano ad Expatclic, in maniera gratuita e calorosa. Ho chiesto a queste ultime che significato ha per loro lavorare come volontarie su Expatclic, un progetto così bello.
Leggi in italiano

Aleexpat
Annaexpat
Barbaraexpat
Carolexpat
Cristinaexpat
Deborahexpat
Mociexpat
Susiexpat
Venusiaexpat

Aleexpat

Dal 2007 faccio parte della redazione di Expatclic e in questi anni ho dedicato molto del mio tempo a scrivere articoli, partecipare ai forum e gestire la tesoreria del sito. Da qualche anno mi occupo anche di Expatbooks.

Mi piace pensare al mio contributo non tanto come a un lavoro volontario quanto ad una gratificante partecipazione. Mi piace dare una mano, sentirmi utile ed Expatclic in questi anni mi ha permesso di mettere a frutto l’esperienza maturata in quasi 20 anni di espatrio e di poterla condividere con altre donne nella mia stessa situazione.

E la condivisione è sempre una crescita, emotiva ed intellettuale. L’impegno in Expatclic mi ha spesso aiutato in tanti momenti difficili e mi ha insegnato a vedere il bicchiere “mezzo pieno”: ho imparato che gli ostacoli sono opportunità e le sfide momenti di cambiamento.

Collaborare con il sito mi ha dato inoltre due cose fondamentali: la gioia di conoscere un team di donne che, nonostante non possa frequentare di persona, so di poter chiamare amiche e il privilegio di poter contare su di loro, per una risata o una lacrima, in qualsiasi momento del giorno e della notte visto che sono sparse in ogni continente!

Annaexpat

Faccio parte dell’equipe di Expatclic dal 2010. Ci sono periodi in cui riesco a dedicare parecchio tempo ad Expatclic, altri meno. Quello che apprezzo è l’incontro di energie diverse, di esperienze e personalità diverse che si mettono insieme per lo stesso obiettivo.

Preferisco stare un po’ dietro le quinte, ma ritengo la comunità di Expatclic una enorme ricchezza, e mi piace contribuire a tenerla attiva e vivace.

Barbaraexpat

Quando tanti anni fa sono approdata su Expatclic ho pensato che non fosse il posto per me, in quanto non mi sono mai considerata un’expat ma piuttosto un’immigrata.

Ma l’entusiasmo di Claudia e le storie interessanti che leggevo sul forum mi hanno contagiato e, quasi senza accorgermene, mi sono ritrovata Barbaraexpat!

Collaborare con Expatclic mi dà l’opportunità di utilizzare la mia esperienza personale e professionale in un modo creativo e originale. Mi piace raccogliere storie di donne interessanti sparse per il mondo, ascoltare e condividere quello che hanno da raccontare.

Il gruppo di supporto mi permette di utilizzare la mia professionalità e di sentirmi utile e parte di un progetto unico e speciale.

Ma la cosa più importante per me è sentirmi parte della comunità. Dalle meravigliose donne del team, a tutte le amiche che ho incontrato lungo il cammino, a coloro che non ho mai conosciuto di persona ma so che formano la fitta rete di Expatclic e ci supportano e incoraggiano in tanti modi.

Collaborare con Expatclic arricchisce la mia vita in molti modi e continuerò con piacere a donare un po’ del mio tempo e della mia energia per far crescere bene questo meraviglioso progetto.

Carolexpat

Conosco Expatclic da molti anni. Ne seguivo i forum all’epoca dal Pakistan, ma, come dice Barbara, non mi consideravo come un’espatriata che cambia spesso paese, e non partecipavo necessariamente alle discussioni.

In ogni caso, expat o straniera in un paese senza spostarsi, le sfide sono molto simili. Nel 2013 ho contattato Claudia per proporle una collaborazione per creare un portale culinario sul quale presentare la gastronomia a livello mondiale. Insieme abbiamo dato vita al progetto (Expatatable) che purtroppo non è andato lontano. In quel momento mi sono unita all’equipe di Expatclic per lavorare nella sezione francofona del sito.

E’ un grande piacere per me collaborare e dar il mio tempo a Expatclic. Una cosa che mi ha aiutata enormemente dal punto di vista dell’apertura sul resto del mondo, del contatto con tante persone, anche virtualmente, e ascoltare le loro storie apre lo spirito verso un’altra dimensione e aiuta anche a uscire dalla solitudine.

Dato che come free-lance sono spesso su internet, posso seguire facilmente le attività di Expatclic e parteciparci senza costrizioni di orari dettati da un lavoro fisso. In più far parte dell’equipe mi permette anche di praticare il mio italiano per non dimenticarlo. Lavorare come volontaria mi dà soprattutto una soddisfazione personale e naturalmente anche la pratica e l’esperienza dal punto di vista della traduzione e della redazione di articoli. Grazie!

Cristinaexpat

Sono parte di Expatclic fin dall’inizio, dal 2004.

Non sempre nell’arco di questi 15 anni ho potuto partecipare con l’intensità che avrei voluto. A volte l’impegno richiesto per mantenere attivi i servizi era veramente consistente. Tuttavia fin dall’inizio, lo spirito che mi spingeva a continuare era quello di creare qualcosa che potesse aiutare le donne nei momenti difficili della vita d’espatrio. Creare uno spazio dove una donna sola in un paese straniero, potesse trovare una risposta alle proprie difficoltà o anche solo una voce amica con cui scambiare due parole a portata di un click del mouse.

E ci siamo riuscite: nonostante tutte le vicissitudini vissute in questi anni, nonostante la variabilità delle volontarie su Expatclic, devo dire che lo spirito è rimasto ancora lo stesso, e non solo per me, ma per tutte noi dell’equipe.

Quello che ho dato in termini di lavoro e tempo dedicato è stato spesso molto, quello che ho ricevuto è stato molto di più. Sono stata la voce amica per molte e altrettanto spesso ho avuto io una voce amica a cui rivolgermi quando ne avevo bisogno.

Expatclic è in effetti come una famiglia allargata, dislocata in giro per il mondo.

Come ho già scritto in un precedente articolo, credo che la vita d’espatrio di per sé permetta alla persona che la vive di sviluppare doti e abilità uniche. E la redazione di Expatclic è sempre stata composta da donne straordinarie, che sanno affrontare sfide impensabili per molti e con una capacità di empatia e di supporto incredibilmente alta.

La cosa più bella è che è del tutto naturale per le volontarie su Expatclic, il desiderio di condividere e restituire in qualche modo la ricchezza che hanno scoperto di aver ricevuto.

Deborahexpat

Ho conosciuto Expatclic nel 2013. Mi dovevo trasferire a Zurigo  e stavo cercando informazioni sulla vita in questa città. E così tramite il loro forum, le fantastiche donne del team mi misero in contatto con una ragazza italiana che viveva a Zurigo e dalle loro schede paese ottenni informazioni super esaurienti sulla città in cui mi stavo spostando. Ma non è finita qui: perchè loro non si sono limitate a questo, ma mi hanno dato anche un grandissimo supporto morale. Loro e tutta la fantastica comunità di donne che facevano e che fanno parte di Expatclic.

Ero talmente grata a tutte loro, che quando pochi mesi dopo è uscito un annuncio in cui dicevano che cercavano volontarie da inserire nell’organico, non ho esitato un secondo e mi son fatta avanti! Volevo aiutare loro a portare avanti questo magnifico progetto e volevo aiutare le altre donne nella mia stessa situazione.

Non avrei potuto fare una scelta migliore. Collaborare con Expatclic non solo mi ha arricchita facendomi conoscere tante donne fantastiche, facendomi conoscere tante realtà a me ancora sconosciute, ma mi ha anche aiutato a preservare la mia identità. Sì, perchè per molti anni non ho lavorato, non avevo figli e quindi….cos’ero? Qual era il mio posto nella società?? Ero Deborahexpat e stavo aiutando altre donne ad affrontare la vita in un paese “straniero”.

Cosa mi piace di più di tutto in questa esperienza con Expatclic? L’essere continuamente in contatto con persone nuove, avere l’opportunità di ascoltarle, di ascoltare le loro storie. Storie che porterò sempre con me, come tasselli di un prezioso puzzle.

Mociexpat

Expatclic mi ha dato uno dei più bei regali.

Conosco Claudia dal gennaio 2007 (forse dal dicembre 2006). Una delle prime cose di cui abbiamo parlato quando ci siamo conosciute a casa sua a Lima è stata Expatclic. In quel momento mi sembrò interessante ma non era qualcosa che mi coinvolgeva o che capivo completamente. Avevo appena conosciuto mio marito e non ero ancora un’espatriata (solo una viaggiatrice compulsiva).

Anni dopo, nel 2011, fui a una delle famose feste nella bella casina toscana di Claudia, dove, di nuovo, lei mi parlò di Expatclic e della necessità di avere qualcuno in equipe che parlasse spagnolo. In quel momento già mi sentivo più coinvolta, dato che ero diventata espatriata e, inoltre, ero l’espatriata “perfetta” per l’incarico: non solo parlavo spagnolo, ma non avevo figli nè lavoro per cui avevo un sacco di tempo.

Così, quando cominciai, fu scrivendo della mia esperienza di espatriata novella. Quando dico che Expatclic mi ha dato uno dei più bei regali, lo dico sul serio: mi ha regalato il capire che  scrivere mi piaceva, che non mi faceva male, che era una forma di catarsi per me, che potevo raggiungere la gente con le mie parole e soprattutto che potevo in qualche modo aiutarle, in particolare facendo loro sentire che non erano sole.

Anche se da allora non ho mai lasciato l’equipe di Expatclic, ci sono stati momenti nei quali ci ho dedicato meno tempo di quello che avrei voluto (ho avuto figlie, perdite…), ma quello che è rimasto costante è l’affetto, il sentirmi accolta in una comunità di una cultura che non è la mia però con la quale convivo tutti i giorni, e persone meravigliose che (spesso) non ho mai incontrato ma che sono grandi amiche di squadra.

Come sempre nel lavoro volontario: si riceve MOLTO più di quello che si dà.

Susiexpat

Ho scoperto Expatclic 4 anni fa, quando, dopo aver accettato una proposta di lavoro in Spagna, ho iniziato a cercare in rete informazioni sull’espatrio. È così che sono approdata sul sito. Mi sono poi iscritta al gruppo Facebook. È stato bellissimo trovare tante altre donne espatriate e le loro meravigliose storie, vedere che i temi trattati coincidevano con le mie inquietudini, trovare tante informazioni utili a rendere più facile l’esperienza di espatrio.

E fu così che, quando nel novembre scorso, ho scoperto che Expatclic cercava una volontaria per la gestione del profilo Instagram, non ci ho pensato due volte e mi sono candidata! Diffondere le belle attività, gli articoli, testimoniare gli incontri attraverso le immagini, è la mia personale maniera per ringraziare ed essere riconoscente a Expatclic per tutto quello che mi ha dato e mi sta dando.

Venusiaexpat

Non ricordo se ho conosciuto prima Expatclic o prima Claudia attraverso il suo lavoro. E’ stato in ogni caso nel periodo precedente al mio trasloco da Oslo a Strasburgo, nel 2017. Questo trasloco, seppur desiderato, ha fatto esplodere una serie di sentimenti confusi che Claudia e la comunità mi hanno aiutato a riordinare, gestire, riconoscere e persino accogliere.

E’ stato allora che sono entrata in equipe. Ero intimorita, non sapevo bene cosa mi aspettasse e cosa ci si aspettasse da me. Invece ho trovato una specie di famiglia allargata. Persone sensibili, accoglienti e con un buon senso dell’umorismo, che si dedicano a questo progetto.

Io, personalmente, trovo Expatclic una comunità davvero unica. Si, lo so, esistono altri gruppi di expat, il web ne è pieno. Ma raramente ho trovato un gruppo dove domande e dubbi, oltre a trovare risposte ed una rete incredibile di donne piene di risorse, accoglie tutti sempre e comunque con grande empatia. Ecco, contribuire ad Expatclic è un lavoro empatico, uno scambio in cui donando ci si arricchisce.

W Expatclic!

Il team
Febbraio 2020
Foto ©Expatclic

 

(Visited 115 times, 1 visits today)

Già che sei qui ...

... possiamo chiederti di offrirci un caffe ? Scherziamo, naturalmente, ma fino a un certo punto. Come forse avrai notato, Expatclic non ha  pubblicità nè quote associative obbligatorie. Da 15 anni lavoriamo volontariamente per garantire dei contenuti e un'assistenza di qualità alle espatriate in tutto il mondo. Mantenere un sito di queste dimensioni, però, ha dei costi, che copriamo parzialmente autotassandoci e con donazioni spontanee di chi ci segue e apprezza da anni. Se tu potessi dare anche solo un piccolo contributo per coprire il resto, ti saremmo immensamente grate ♥ Puoi sostenerci con una donazione o diventando socia onoraria. Grazie di cuore.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*