Home > Vita d'Expat > Lavoro > L’uso dei colori per creare empatia
piccolo laboratoire

Cristinaexpat ha intervistato Anna, un’amica italiana che vive in Lussemburgo, dove anima degli stupendi laboratori usando i colori per creare empatia.

 

Conosco Anna da quasi 10 anni ormai e una cosa che l’ha sempre caratterizzata ai miei occhi era la sua capacità di essere solare e trasmettere energia positiva e gioiosa alle persone intorno a se. Da anni so che si occupa di colori, che ha una passione per l’uso del colore in vari aspetti, e quindi non mi ha stupito quando ho visto che il suo modo di creare empatia nella sua esperienza di espatrio ha avuto a che fare proprio con il colore.

Anna vive in Lussemburgo, dopo alcuni anni di espatrio a Praga e a Parigi, e lì ha aperto il suo Piccolo Laboratoire sul colore.


Anna, ci racconti cos’è il Piccolo Laboratoire e come ti è venuta l’idea di crearlo?

Il Piccolo Laboratoire è un laboratorio di espressione, uno spazio appositamente creato a Lussemburgo, dove le persone possono venire e usare il colore per sperimentare liberamente la loro creatività, non per imparare una tecnica pittorica, ma per raggiungere la libertà di un’azione espressiva personale.

piccolo laboratoire

Photo Credit ©MarcoFerrando – www.marcoferrando.it

All’interno dell’esperienza vissuta in gruppo, ciascuno sperimenta il linguaggio del colore utilizzando polveri colorate che, con l’aggiunta di colla e acqua, diventano l’impasto semplice ed essenziale da utilizzare nella più completa libertà di movimento.

Si condividono pennelli e colori, si sperimenta, si lavora a muro in verticale, ci si esprime nello spazio del foglio che diventa lo spazio della proiezione di sé, delle proprie emozioni e del proprio vissuto.

piccolo laboratoire

Photo Credit ©MarcoFerrando – www.marcoferrando.it

L’operatore osserva, è attento, presente, ha l’occhio circolare, ascolta e accoglie silenziosi segnali, in piena empatia con il gruppo. Non dà nessuna indicazione, nessuna traccia, nessuno schema da seguire … e poi nessuna valutazione, nessuna interpretazione.

Nel Piccolo Laboratoire non si lavora finalizzati al prodotto ma piuttosto al tempo di espressione, come possibilità di ben-essere, di gioia vitale, di ritrovamento di sé e dell’altro.

Il colore è un linguaggio che, grazie al corpo in movimento nello spazio, diventa segno, lascia traccia e produce suono, quindi è un canale completo per sperimentare la propria potenzialità espressiva, nella trasposizione bidimensionale di pensieri, emozioni, sentimenti.

Quando nasce l’idea di organizzare il “Laboratorio del Colore” a Lussemburgo?

Sono un architetto, espatriata a Praga nel 2003 con due bambini piccoli, per seguire mio marito e poi trasferita a Parigi, dove un contesto internazionale ha enfatizzato la mia creatività e la capacità di relazionarmi con culture differenti.

Tornata in Italia nel 2010, ho deciso di seguire il Corso di Formazione triennale con Laura Mancini, ideatrice del Metodo “Laboratori di Espressione con il Colore” dal 1973 e attraverso un percorso teorico-pratico sono diventata Operatore di Laboratori di Espressione con il Colore.

piccolo laboratoire

Photo Credit ©MarcoFerrando – www.marcoferrando.it

Arrivata a Lussemburgo, per un altro trasferimento famigliare, dopo aver lavorato a Genova e Alessandria, ho fondato l’a.s.b.l. Piccolo Laboratoire e ho aperto questo spazio nel quartiere di Merl, per proporre attività legate all’espressione e divulgare il Metodo Mancini.

La gioia, la vitalità, il benessere che l’uso del colore ha generato in me, mi ha spinto a dedicare il mio tempo alle persone che vorranno venire a sperimentare come l’espressione con il colore possa essere un canale di incontro, di relazione, di condivisione, di conoscenza di sé, di libertà!

A chi consiglieresti di partecipare ai laboratori?

La proposta del Piccolo Laboratoire si basa sulla convinzione che il colore è un linguaggio e come tale può essere utilizzato da ogni persona. Il suo uso può essere finalizzato all’espressione che è un diritto che l’essere umano ha a qualsiasi età, in qualsiasi condizione fisico-mentale, in qualsiasi contesto socio-culturale.

piccolo laboratoire

Photo Credit ©MarcoFerrando – www.marcoferrando.it

Il Piccolo Laboratoire accoglie i bambini di 2 e 3 anni proponendo l’uso dei tre colori primari: il Rosso, il Giallo, il Blu. I bambini più grandi, dai 4 ai 7 anni lavoreranno invece con i 9 colori: il Bianco, il Giallo, l’Arancione, il Rosso, il Viola, il Blu, il Verde, il Marrone, il Nero.

Il percorso è annuale, prevede due incontri al mese, di due ore e mezza ciascuno, al pomeriggio, compatibili con i calendari scolastici delle varie scuole a Lussemburgo.

Per gli adulti l’appuntamento è mensile, con la possibilità di partecipare alle sessioni del mattino o a quelle della sera. La lingua parlata può essere mista… italiano, inglese e francese ma il linguaggio del colore prevarrà su tutte e tre!

Il Piccolo Laboratoire è appena nato, sono certa che ha in sé grandi potenzialità; mi piacerebbe in futuro poter lavorare anche con gli anziani, con persone con handicap mentali, con bambini meno fortunati.

Chi fosse interessato ad avere più informazioni può contattarmi via mail: ferro.magnano@gmail.com

Piccolo Laboratoire a.s.b.l. (association sans but lucratif n° RCS : F 11213)
28, Am Bongert L-1270 Luxembourg (Merl)

Grazie mille a tutti per il tempo che mi avete dedicato!
Anna

“Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi alle quattro, dalle tre io comincerò ad essere felice”

– Il Piccolo Principe –

 

Intervista raccolta da Cristina Baldan (Cristinaexpat)
Settembre 2018
All photos ©MarcoFerrando – www.marcoferrando.it

 

Già che sei qui ...

... possiamo chiederti di offrirci un caffe ? Scherziamo, naturalmente, ma fino a un certo punto. Come forse avrai notato, Expatclic non ha  pubblicità nè quote associative obbligatorie. Da 13 anni lavoriamo volontariamente per garantire dei contenuti e un'assistenza di qualità alle espatriate in tutto il mondo. Mantenere un sito di queste dimensioni, però, ha dei costi, che copriamo parzialmente autotassandoci e con donazioni spontanee di chi ci segue e apprezza da anni. Se tu potessi dare anche solo un piccolo contributo per coprire il resto, ti saremmo immensamente grate ♥ Puoi sostenerci con una donazione o diventando socia onoraria. Grazie di cuore.

One Comment, RSS

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*