Home > Europa > Svizzera > Il Saint-Nicolas a Friburgo, Svizzera
St Nikolaus

Prima del Covid ho conosciuto la tradizione del Saint-Nicolas a Friburgo, poco lontano da dove abito attualmente in Svizzera.

 

Mi piace accostarmi alle tradizioni del paese che mi ospita soprattutto attraverso le persone del posto. Non conoscevo il Saint-Nicolas a Friburgo e l’invito di un amico a questa celebrazione così importante per la sua città mi ha reso molto contenta.

Lui ci aveva già prevenuto sul fatto che la situazione sarebbe stata un po’…affollata 😊  Per la sfilata del Saint-Nicolas a Friburgo, infatti, la città, normalmente di 39,000 abitanti, può arrivare a sfiorare le 50,000 presenze.
La nostra fortuna è stata quella di essere accolti nell’appartamento di questo amico proprio nella strada principale di Friburgo, dove il Saint-Nicolas passeggia (o meglio, tenta di avanzare in mezzo alla folla densissima) a dorso del suo asino Balou, distribuendo caramelle ai bambini.

Il Saint-Nicolas in questione viene scelto tra gli studenti delle scuole superiori di Friburgo e parte dal liceo St-Michel. Vestito con l’abito dell’epoca (Nicolas è stato vescovo della città di Myre, in Anatolia, in epoca bizantina) attraversa la città fino ad arrivare alla cattedrale. La folla lo saluta e lo segue dall’inizio del percorso,  e si ammassa nella piazza della cattedrale con il naso per aria per ascoltare il suo discorso, che contiene sempre delle note ironiche o polemiche su alcuni avvenimenti dell’anno che sta per concludersi.

Devo dire che mi ha impressionato vedere con quanta aspettativa le persone aspettano il discorso di questo Saint-Nicolas.

Saint NicolasConclusosi il discorso, la folla si disperde tra le bancarelle del mercato installato apposta per la celebrazione. Chi lo desidera, va a mangiarsi una bella fondue. E visto che il tema di questo mese è La gastronomia delle feste nel mondo, non posso esimermi dal parlarvi un pochino di questa tradizione culinaria tipicamente svizzera.

La fondue altro non è che una quantità indecente di formaggio (nella versione friburghese, che dovrebbe essere l’originale, si usa il Vacherin, ma fuori di Friburgo si può trovare la fondue unicamente di Gruviera o magari la “moitié moitié”, composta dai due formaggi) che viene fuso insieme ad aglio e del liquore, e servito in un pentolone appoggiato a un fornellino che lo mantiene caldo al centro della tavola.

Tutti i commensali sono dotati di una forchettina nella quale infilzano un pezzo di pane, meglio se un po’ duro e crostoso, e lo immergono a turno nella fondue. È assolutamente sconsigliato di mangiare la fondue accompagnata da bevande frizzanti. La combinazione delle bolle insieme al formaggio bollente nello stomaco potrebbe essere letale. Le bevande consigliate per accompagnare questo leggerissimo piatto sono tè caldo o vino bianco ghiacciato.

 

La tradizione vuole che non si debba toccare il fondo della pentola con il pane o con la forchetta per non rovinare quella che è chiamata “religieuse”, e cioè la crosticina che si forma sul fondo del pentolone e che viene poi opportunamente raspata dai camerieri perché i commensali possano darsi il colpo di grazia sgranocchiandosela prima di alzarsi e raggiungere le rispettive case (se ci riescono).

Claudia Landini (Claudiaexpat)
Ginevra, Svizzera
Dicembre 2022
Foto @ClaudiaLandini
(Visited 31 times, 1 visits today)

Già che sei qui ...

... possiamo chiederti di offrirci un caffe ? Scherziamo, naturalmente, ma fino a un certo punto. Come forse avrai notato, Expatclic non ha  pubblicità nè quote associative obbligatorie. Da 17 anni lavoriamo volontariamente per garantire dei contenuti e un'assistenza di qualità alle espatriate in tutto il mondo. Mantenere un sito di queste dimensioni, però, ha dei costi, che copriamo parzialmente autotassandoci e con donazioni spontanee di chi ci segue e apprezza da anni. Se tu potessi dare anche solo un piccolo contributo per coprire il resto, ti saremmo immensamente grate ♥ Puoi sostenerci con una donazione, anche se piccola. Grazie di cuore.
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments