Home > Asia > Cina > Il massaggio cinese

Paul, un cinese espatriato in Tunisia, ci invia questo interessante articolo sul massaggio cinese e ci racconta la sua esperienza personale nel paese che lo ospita. Grazie Paul !!!

Introduzione al Massaggio Cinese

 

Secondo la cultura cinese gli esseri umani fan parte di quell’armonia naturale presente tra il cielo e la terra; e il corpo umano viene paragonato al paesaggio terrestre. Per darvi un esempio, le vene possono essere considerate dei fiumi e il sangue è come l’acqua che vi scorre dentro.

Si verifica un’inondazione quando c’è un blocco all’interno del fiume, si ha dell’acqua in eccesso che la riva non è più in grado di contenere.

Lo stesso accade nel nostro corpo: se soffriamo di un “blocco” causato da qualsiasi ragione, ci sentiamo a disagio, abbiamo dei dolori al collo, la schiena rigida,, etc. Tutti sintomi molto comuni al giorno d’oggi per coloro che vivono in questo ambiente così competitivo dell’economia globale, e ne soffrono soprattutto coloro che lavorano a lungo al computer, e mantengono dunque la stessa postura per molte ore.

Per provare sollievo dal dolore (causato dal blocco), il massaggio cinese usa braccia, mani, dita, gomiti e ginocchia come attrezzi, e lo si può applicare ad alcune parti del corpo o al corpo intero. Il massaggio cinese è in grado di curare alcune malattie e disturbi e protegge la salute rinforzando le difese dell’organismo.

Storia del Massaggio Cinese

Come forse saprete, la storia ufficiale cinese inizia nel 221 a.c. Fin da quel momento si ritrovano accenni alla medicina cinese, incluso il massaggio (in cinese Tui-Na).

Più di duemila anni fa il massaggio cinese viene chiamato An-Mo, e applicato ampiamente in ambiti medici. “An” significa premere e “Mo” significa massaggiare. Da allora è stato usato sia per scopi medici sia come forma di rilassamento. Nel 1949 il governo cinese ha riconosciuto ufficialmente i benefici medici del massaggio e l’ha ribattezzato Tui-Na, laddove “Tui” significa spingere e “Na” significa afferrareTui-Na fu incorporato ufficialmente alla Medicina Tradizionale Cinese (TCM) come terapia medica da usare per problemi per i quali l’agopuntura e le erbe erano meno efficaci. Il termine An-Moviene ancora usato oggi come termine per un massaggio non medico, ovvero per scopi rilassanti.

Per riassumere:

Tui-Na Per uso medico

An-Mo Massaggio rilassante, più comune in Cina

Benefici del massaggio

1. Rilassamento dei muscoli

Il massaggio in generale rilassa i muscoli, con un effetto dunque molto concreto. Anche se nella vita quotidiana è difficile che si danneggino i muscoli in maniera seria, può succedere di usarli al di sopra delle loro capacità, e, in particolare nelle attività sportive intense, i muscoli possono venire stirati o persino lesi. Tutti abbiamo avuto quest’esperienza: dolori muscolari prolungati dopo aver fatto sport. Dopo un’attività sportiva i muscoli potrebbero presentare delle lesioni minori; il ripristino delle cellule muscolari può causare infezioni, creando edemi minori che sono causa del dolore muscolare. Il massaggio può ridurre gli edemi, il dolore muscolare ed evitare che l’infezione si sviluppi ulteriormente.

2. Miglioramento del sistema osseo e delle giunture

Quasi tutti pensano che il massaggio non abbia nulla a che fare con le ossa. In realtà, le ossa sono collegate ai muscoli. Dei muscoli rigidi possono causare tensione e pressione sull’osso, che a sua volta è causa di uno stiramento delle giunture che tendono oltremisura i capillari, bloccando così le vene. Il rilassamento dei muscoli rilasserà di conseguenza anche le ossa.

3. Miglioramento del sistema cardio vascolare e del sistema linfatico

Durante gli esercizi i muscoli vengono stimolati, e richiedono una maggiore quantità di sangue in circolazione, causando l’apertura dei capillari e la circolazione linfatica, e accelerando l’espulsione di impurità del corpo attraverso vari canali, come ad esempio il sudore. Il massaggio fa sì che i muscoli vengano stimolati più efficacemente, migliorando così la circolazione.

4. Apparenza tonica della pelle

Il massaggio aiuta a migliorare la circolazione nei capillari sotto la pelle, rendendola così più liscia. L’applicazione di un giusto olio per massaggio arricchisce inoltre la pelle e ne migliora la testura e il colorito.

5. Rilassamento del sistema nervoso/mentale

Un massaggio delicato può rilassare il sistema nervoso. Durante il massaggio i muscoli sono rilassati, la temperatura del corpo si mantiene a un livello costante, e il sistema nervoso/mentale è disteso e riposato.

La medicina cinese tradizionale affronta il problema alla radice, e cerca di prevenire la malattia. Tutti i benefici del massaggio agiscono a livello medico o preventivo.

Il massaggio non richiede equipaggiamento medico e non è ristretto a circostanze specifiche, come clima o luogo. Difficilmente si avranno effetti avversi durante o dopo la sessione di massaggio, che normalmente è molto economica. Non c’è da stupirsi che il massaggio sia un servizio così diffuso in Cina o meglio nelle vite dei cinesi.

Tipi di massaggio in Cina

-Massaggio terapeutico (Tui-Na)

Questo servizio è disponibile comunemente in tutti gli ospedali cinesi a scopi medici.

I pazienti sono in coda dalle otto di ogni mattina e hanno una vasta gamma di sintomi, dall’ernia al disco alla spalla bloccata e alla sciatica, dalla diarrea alla pressione alta, emicranie, problemi alle ginocchia, tendiniti, gomito del tennista, colpi di sole, problemi mestruali, stanchezza o insonnia. Nel dipartimento infantile della clinica vengono curati ulteriori sintomi, ad esempio diarrea, stitichezza, vomito, enuresi, convulsioni, raffreddori comuni, asma, febbre, pertosse, scarlattina, per limitarci ad alcuni. Il massaggio Tui-Na cura anche la miopia infantile!

o Massaggio non terapeutico (An-Mo)
o Massaggio a tutto il corpo
o Massaggio parziale
o Testa
o Schiena
o Piede

Il massaggio più diffuso tra il grande pubblico è il massaggio a tutto il corpo. Attualmente anche il massaggio al piede sta avendo molto successo, soprattutto perchè riduce la fatica quotidiana.

Frequenza del massaggio

Dipende dai sintomi, può essere quotidiana, settimanale o mensile.

Per esempio nel caso di lesioni muscolari può essere necessario il Tui-Na in due sessioni quotidiane di 20 minuti ciascuna (una al mattino e una alla sera) per un periodo che varia da 2 settimane a 3 mesi, a seconda del grado della lesione.

Per le persone che lavorano in un ufficio e stanno sedute al computer per periodi prolungati senza una buona pausa di riposo, i dolori di schiena o il collo rigido sono conseguenze molto comuni. Di solito in questi casi ci vuole una settimana di An-Mo, o in tutto il corpo o concentrato sulla schiena.

Per un normale rilassamento il massaggio (An-Mo) è diventato molto popolare e si può fare una volta alla settimana.

Consigli e avvertenze

Prima dell’An-Mo:
Evitate l’An-Mo nell’ora che precede i pasti
Evitate l’An-Mo a stomaco vuoto o troppo pieno
Evitate l’An-Mo se avete bevuto
Evitate l’An-Mo se siete troppo stanchi
Durante l’An-Mo:
Evitate che vi sia praticata troppa pressione durante l’An-Mo;
Evitate l’An-Mo senza lubrificanti, come un olio per massaggi, etc. (durante l’automassaggio potete usare olio da cucina o olio di oliva come lubrificante).
Evitate l’An-Mo direttamente sulle parti lese se c’è stato sanguinamento o una ferita sulla pelle.
Durante l’automassaggio indossate abiti leggeri, massaggiate direttamente la pelle, evitando solo se la pelle è troppo sensibile.
Dopo l’An-Mo:
Bevete acqua tiepida o calda entro 30 minuti dopo l’An-Mo
Non usate un panno freddo per pulire le parti che sono stata massaggiate
Non prendete freddo dopo l’An-Mo

An-Mo al di fuori della Cina/Asia

An-Mo, o massaggio, è un trattamento salutare tipicamente asiatico ed è comunemente accettato in tutti i paesi asiatici.

Culturalmente il contatto diretto con la pelle viene evitato in Europa e nei paesi musulmani.

Se la richiesta di questo tipo di massaggio è scarsa, diventa molto difficile trovare dei massaggiatori professionali che praticano l’An-Mo in maniera corretta.

Stiamo parlando di una professione, e i massaggiatori devono essere formati bene. Il massaggio/An-Mo è una tecnica, è molto importante premere in alcuni punti di agopressione in maniera corretta e massaggiare la pelle in modo che il livello di pressione sia quello giusto.

Io ho avuto 2 sessioni di massaggio in un centro di salute in Tunisia, una per rilassarmi e l’altra per alliviare il mal di schiena. Ma nessuna delle due è stata soddisfacente.

La prima volta mi sono fatto massaggiare appena arrivato a Tunisi. Dato che il mio volo partiva alle 6:00 del mattino, mi ero dovuto alzare alle 3:00 ed ero arrivato a Tunisi totalmente stravolto. Ho dunque pensato di concedermi un massaggio per rilassarmi. La massaggiatrice ha usato dell’olio, ma la pressione che esercitava sulla mia schiena era troppo debole, anche dopo averle detto che poteva premere di più; forse non mi capiva o non aveva sufficiente forza per premere più a fondo. Quindi alla fine della sessione mi sono sentito inizialmente più leggero, ma poi è ricominciato il mal di schiena. In questo caso il massaggio non ha funzionato perchè la parte del rilassamento è stata fatta con pressione insufficiente rispetto ai miei bisogni.

La seconda volta avevo un forte mal di schiena dopo aver lavorato a lungo a Tunisi. Avevo la schiena così rigida, che mi sentivo davvero a disagio. Ho chiesto specificamente un massaggiatore uomo, pensando che potesse premere con più forza per liberarmi dal dolore alla schiena. In effetti il massaggiatore era sufficientemente forte ma non sapeva dove applicare la pressione, anche dopo averlo istruito sui punti da toccare. Alla fine della sessione era sudatissimo, e io, oltre alla pelle dolorante, me ne sono andato con il mal di schiena come prima.

Il mio suggerimento è di chiedere ad un amico fidato di raccomandarvi un centro per potervi sottoporre al massaggio.

Nel mio caso, non proverò mai più un massaggio a Tunisi a meno che mi sia stato consigliato dove andare !

Paul
Tunisi
Maggio 2006

Già che sei qui ...

... possiamo chiederti di offrirci un caffe ? Scherziamo, naturalmente, ma fino a un certo punto. Come forse avrai notato, Expatclic non ha  pubblicità nè quote associative obbligatorie. Da 13 anni lavoriamo volontariamente per garantire dei contenuti e un'assistenza di qualità alle espatriate in tutto il mondo. Mantenere un sito di queste dimensioni, però, ha dei costi, che copriamo parzialmente autotassandoci e con donazioni spontanee di chi ci segue e apprezza da anni. Se tu potessi dare anche solo un piccolo contributo per coprire il resto, ti saremmo immensamente grate ♥ Puoi sostenerci con una donazione o diventando socia onoraria. Grazie di cuore.