Home > Famiglia e Bambini > Famiglia d'origine > Intervista ai genitori di Lenaexpat

Franco e Lucia vivono a Milano, sono molto attivi e adorano viaggiare, scoprire nuovi paesi e nuove culture; di conseguenza la loro splendida figlia, io, non ha potuto fare altro che agevolarli in questa loro passione!

 

Cosa avete provato quando vi ho detto che sarei partita per 4 anni?

Eravamo confusi, non avremmo mai immaginato una cosa del genere. Desideravamo la tua felicità, e sapendo quanto ami Eddy non ci siamo opposti alla partenza.

 

Elena_Genitori

Ma dai, ero spesso in giro, davvero non ve l’aspettavate?

No, non ce l’aspettavamo! È stato come un fulmine a ciel sereno.
Certo eri spesso via, a volte per giorni, massimo qualche settimana, ma non si è mai trattato di anni. Sinceramente dopo il tuo ritorno dall’Irlanda e dall’America (nel lontano 1997) credevamo che avresti messo radici in Italia, soprattutto perchè avevi un lavoro che ti piaceva e avevi iniziato una buona carriera.

Però direi che vi siete adattati bene, o sbaglio?

Grazie a Skype, ai messaggi via cellulare, sms e telefono la lontananza non è un grosso problema. I nostri rapporti sono giornalieri, la tua voce ci rivela i momenti di gioia, di solitudine, o di allegria.

Quali sono i punti negati e positivi nell’avere una figlia in espatrio?

Punti negativi…. il fatto che non eri più a casa, non aspettarti per pranzo o per cena, soprattutto nei tuoi giorni di riposo; questo è stato difficile all’inzio.
È comunque bello sentiti felice, in fondo questa è stata la tua scelta e noi siamo orgogliosi di te.

Direi che un aspetto positivo è che vi fate dei bei viaggetti, o no? Siete venuti a Bangkok e anche a Singapore. Cosa avete provato a vivere queste esperienze?

Siamo venuti a Bangkok, e siamo rimasti sbalorditi da questa città. Abbiamo visitato immensi palazzi, abbiamo cercato di conoscere la cultura thai. Abbiamo visto come vivevi tu in quella metropoli, come ti sei adattata alle nuove esigenze, certo, inizialmente con grande difficoltà, ma ci siamo accorti che eri diventata più donna e più padrona di te.
A Singapore è già la terza volta che veniamo e ci piace sempre di più. Inoltre ti vediamo serena e ben inserita.

Io mi sento cambiata, voi come mi vedete rispetto a qualche anno fa?

Questa esperienza ti ha cambiata molto e in meglio. Ma anche il nostro rapporto è cambiato, paradossalmente anche se vivi a 13 ore di distanza, ti sentiamo più vicina!

Come vivete il vostro essere genitori a distanza?

Quando non ci sono problemi di salute, tutto va per il meglio, la nostra gioia è nel sentirti serena, tranquilla. Rimaniamo apprensivi, timorosi e desiderosi di incontrarti al più presto, negli altri casi.

E adesso che sta per arrivare Harry? Quali paure avete?

Essere felici è dire niente! Sentiamo maggiormente la distanza, ma non abbiamo paura perchè c’è Eddy che ti dà sicurezza e di conseguenza la trasmette anche a noi.
Vorremmo però esserti d’aiuto e soprattutto vorremmo goderci Harry appena nascerà.

Vi dovrete attrezzare bene, dovrete comprare la webcam così lo vedrete tutti i giorni!

Ci stiamo infatti organizzando!!!

Se vi fosse capitata nel passato la stessa opportunità che è capitata a me, come vi sareste comportati?

(momento di esitazione!)
I tempi sono cambiati, non era pensabile allora, a meno che ci fossero state delle forti ragioni. La distanza era un fattore importante, le comunicazioni erano scarse, si partiva e non si ritornava in patria per anni.
Ma penso che se ci fosse capitata un’occasione come è successa a te, non avremmo esitato a partire!

Lenaexpat
Singapore
Novembre 2007