Home > Europa > France > Vivere a Saint Germain en Laye, Francia

Giuliettaexpat ha una casa a Saint Germain en Laye, dove vive tra un paese esotico e l’altro…Dopo il Giappone e l’India ci ha passato tre anni, ed è appena ripartita per una nuova avventura in California! In questa dettagliata scheda, condivide con noi tutta l’esperienza di questi quattro anni

Saint Germain en Laye, bella e ricca cittadina ad ovest di Parigi, immersa nel verde della foresta omonima, crocevia di culture e lingue grazie al suo prestigiosissimo Liceo internazionale, che ne fa uno dei posti più rinomati della banlieu parigina.

Collegata a Parigi attraverso l’RER, 25 minuti linea diretta per Gare de Lyon, meno di venti minuti per l’Avenue des Champs Elysée, Saint Germain è una cittadina di famiglie e per famiglie, pulita, ben organizzata, con molti bei negozi e tante attività…

Rinomata dal punto di vista architettonico, mi piace definirla una piccola Parigi, conosciuta per la bellezza del suo parco e il prestigio del suo castello, dimora preferita di Francesco I che lo fece completamente rinnovare in stile rinascimentale (come lo si vede adesso dopo il restauro avvenuto nell’ottocento), luogo di nascita di Louis XIV, che diede all’architetto Le Notre il compito di ridisegnarne i giardini e la Grande terrazza dalla quale si gode di una vista spettacolare sulla valle della Senna fino a Parigi; ed è intorno al parco durante il regno di Louis XIV che la cittadina reale  si è ngrandita e i nobili vi fanno costruire le belle case, gli hotel particuliers ancora visibili oggi …

A Saint Germain la vita culturale è intensa senza bisogno necessariamente di spostarsi a Parigi, e se si ha voglia di farlo la Ville Lumière è veramente a due passi…i vantaggi della città immersi nel verde!
http://www.saintgermainenlaye.fr/en/
http://www.ot-saintgermainenlaye.fr/en/

La scoperta della città e dei suoi tesori
Museo archeologico Nazionale,  ha sede nel castello,  con i suoi oltre 30000 oggetti archeologici possiede una delle più ricche collezioni d’Europa
http://www.musee-archeologienationale.fr/
6 euro l’ingresso (4 il biglietto a tariffa ridotta)
Diverse attività proposte con programmi di visita adattati ai bambini e alle famglie

Musée Claude Debussy, dedicato all’opera del famoso compositore, con sede nella sua casa natale
http://www.ot-saintgermainenlaye.fr/

Musée Maurice Denis, dedicato al pittore francese, ai pittori simbolisti, Nabis e al gruppo di Pont Aven (Gaugin)
Diversi atelier proposti
4,50 euro la tariffa intera
Ingresso gratuito per i giovani sotto i 26 anni e per tutti la prima domenica di ogni mese
Tariffa ridotta per senior, famiglie con più di tre bambini, gruppi (2.50 euro)
Atelier e visite guidate 7 euro
http://www.musee-mauricedenis.fr/

Espace Paul-et-André-Vera, in una vecchia caserma che ospita una collezione di opere di Paul Vera e dell’Art deco, l’ingresso è libero

Le manifestazioni culturali che animano la città nel corso dell’anno
La fête des loges, che si svolge ogni estate nella foresta ed  è la piu antica festa di questo genere in Francia, la prima manifestazione risale al 1652 e richiama un gran numero di partecipanti (una specie di immenso Luna park)
http://www.fetedesloges.org/

L’Estival, a settembre, festival  di musica, una tradizione che continua ogni anno da 25 anni, con tantissimi concerti per 15 giorni
http://www.lestival.net/

Les Journées du patrimoine ogni anno a settembre con animazioni in varie parti della città

L’Accoglienza
2 giornate di Benvenuto in primavera e in autunno sono organizzate dal comune per accogliere i nuovi arrivati e presentare le ricchezze della città e i suoi programmi culturali.
La vocazione di accoglienza della città non si ferma qui e si consolida ogni anno per rispondere alle esigenze degli oltre 6000 stranieri residenti nel solo comune di Saint Germain e delle migliaia nei comuni limitrofi, molte iniziative sono organizzate in diversi momenti dell’anno, dall’Accueil International  (http://www.accueilinternational.org/), con gruppi di conversazione in francese per stranieri, coffee morning, corsi e atelier che favoriscono l’integrazione e lo scambio, all’Accueil des Villes Francaises (http://avf-saintgermainenlaye.org/), presente anche nei comuni limitrofi, anche qui interessanti attività proposte nel corso dell’anno.
Check in to France, a settembre e gennaio, nei locali del Liceo internazionale, ha per vocazione di presentare la vita in Francia ad uso e consumo degli stranieri che arrivano, dando tutte le informazioni pratiche utili per installarsi bene e il più rapidamente possibile, focalizzandosi sul  sistema scolastico, sanitario e via dicendo (http://checkin2france.com/).
Una manifestazione analoga è organizzata sempre all’interno del Liceo internazionale per gli ispanofoni, Bienvenidos.

Le attività culturali
Il Teatro Alexandre Dumas offre un interessante programma con spettacoli di teatro, danza e  concerti, per adulti e bambini (http://www.tad-saintgermainenlaye.fr/en/)
Il Cinema C2L, http://www.cinema-saintgermain.com/, situato in Rue de Pologne, con le sue 5 sale offre una buona scelta di film appena usciti.
Ad Acheres (10 minuti in macchina da Saint Germain) il cinema Pandora (http://www.cinema-pandora.com) offre uno sguardo su rassegne di film interessanti, in lingua originale, seguiti a volte da presentazioni e dibattiti.
Il conservatorio Claude Debussy offre corsi  di musica strumentale e canto per bambini e ragazzi, corsi di danza e teatro (http://www.crd-saintgermainenlaye.fr/en/).
L’università libera di Saint Germain en Laye, legata all’università Paris X-Nanterre, offre delle attività aperte a tutti, seminairi, conferenze, visite guidate. Per informazioni: universite.libre@wanadoo.fr
La biblioteca Municipale, con tre diverse localizzazioni, offre una vasta scelta di libri, una raccolta di storia locale (accessibile ai ricercatori), una parte multimediale ( bibliotheque@ville-saintgermainenlaye.fr).
L’Associazione la Clef propone corsi di vario tipo, dalla conversazione in francese per stranieri, alla ginnastica, passando attraverso la musica e l’archeologia per i bambini (http://www.laclef.asso.fr/ )
http://www.mas.asso.fr/  per un quadro più ampio dell’offerta associativa.

Lo sport a Saint Germain
…culla di una delle squadre di calcio più prestigiose di Francia, il Paris-Saint Germain…
L’offerta in città non si limita ovviamente al calcio, tutte le attività sono praticabili, dal nuoto alla piscina municipale, http://www.piscine-stgermain.com/, piscina aperta al pubblico per corsi e nuoto libero con una bella parte all’aperto per approfittare del sole quando c’è!
Alla Danza con diverse scuole, la mia preferita il Centre Chorea con un ottimo livello di professionalità e corsi per adulti e bambini, http://www.ecoledansechorea.fr/danse/
La scherma,  http://www.escrime-stgermain.fr
L’arrampicata, http://www.caf.saintgermain.free.fr/, unico neo i bambini e ragazzi sotto i 14 anni devono essere sempre accompagnati da un adulto
Per la ginnastica ci sono diversi centri anche nei comuni limitrofi.
Una lista esaustiva delle attività sportive proposte a Saint Germain e dintorni potete trovarla qui http://www.locallife.fr/

Cosa si mangia
L’offerta alimentare è ottima, si trova di tutto anche per i gourmet più ricercati!
Il mercato è una delle cose più belle, si svolge tre volte alla settimana ed è installato nella Place du Marché neuf  davanti all’ufficio postale, la domenica mattina, il martedì e il venerdì.
Ottima frutta e verdura, biologica e non, buonissmi formaggi, pane, uova, carne, prodotti che vegono da diverse parti d’Europa, c’e’ un italiano che vende cose non male …
Per chi le verdure invece vuole non potendo coltivarle almeno raccoglierle da sè, un giro alla Ferme de Gally, a una ventina di minuti, si impone, http://www.ferme.gally.com/
Per i formaggi  sicuramente la Fromagerie Dubois, http://www.fromagerie-dubois.com/ è una delle migliori e anche un posto che conserva un certo fascino d’altri tempi, vale il viaggio!!
Io i formaggi li ho sempre comprati al mercato di L’Etang la Ville (piccolo mercato con prodotti di qualità due volte alla settimana, il mercoledi e il sabato mattina) a 3 km da Saint Germain en Laye dove il sabato viene dalla Normandia un formaggiaio con prodotti eccezionali, Fromagerie Priet.
In centro tanti negozi dove si trova di tutto, un negozio italiano, Da Enzo, al 21, rue de Paris, http://www.labottegadaenzo.com/prego/fr/accueil, con molti prodotti , ovviamente caro…
Molti prodotti italiani si possono trovare anche da Monoprix, in rue de Pologne (aperto fino alle 21 e la domenica mattina fino alle 13) e da Carrefour a Chambourcy.
E se non si ha voglia di cucinare ci sono molti ristorantini che offrono cucine di ogni parte del mondo, la cosa più difficile da trovare è una buona pizza, la migliore, anche se lontana per me dai livelli di ottima pizza, la si può mangiare al Ristorante Sopranohttp://sopranostgermain.fr/, dove fanno anche la pizza alla nutella!
Per la cucina marocchina buono L’oasis de Massa, in rue Saint Pierre quasi all’angolo con rue de Paris, locale genuino con pochissimi coperti, necessaria la prenotazione.
Per le crêpes scegliete tra le tante creperie Le Phare Saint Louis in rue Bonenfant, http://www.lepharesaintlouis.com/creperie/
Ristorantino con tendenze un po’ italiane, Fuxia, http://www.fuxia.fr/, con un ambiente simpatico e piatti semplici.
Per i sushi piuttosto buono Aji Ichiban al 32, rue de la Republique.
Ristoranti piu chic e molto buoni:
Restaurant Pavillon Henry IV, http://www.chateauxhotels.com/ nel parco del castello.
Restaurant Cazaudehore – La Forestière in un bel quadro raffinato,  http://www.cazaudehore.fr/

Dove abitare a Saint Germain e dintorni
Se decidete di andare a vivere a Saint Germain en Laye per mandare i vostri figli al Liceo internazionale la cosa migliore è abitare in zona, di posti carini ce ne sono tanti. Saint Germain è abbastanza cara e i dintorni non scherzano, ma si possono avere case più grandi con dei bei giardini.

Saint Germain en Laye http://www.saintgermainenlaye.fr/
Mappa di Saint Germain

Forqueux http://www.ville-fourqueux.fr/
Mappa di Fourqueux

Mareil Marly http://www.mareil-marly.fr/
Mappa di Mareil Marly

L’Etang la ville http://www.letanglaville.fr/
Mappa di L’Etang la ville

St Nom la Breteche http://www.saint-nom-la-breteche.org/
Mappa di Saint Nom la Breteche

Chambourcy http://www.chambourcy.fr/
Mappa di Chambourcy

Le Pecq http://www.ville-lepecq.fr/
Mappa di Le Pecq

Le Vesinet http://www.levesinet.fr/
Mappa di Le Vesinet

Il sistema di trasporti scolastici funziona benissimo e collega 81 località al Liceo stesso e alle scuole partner.
Sul sito dell’APELI (Association des Parents d’Elèves du Lycée International), http://www.apeli.org, è possibile visionare la mappa dei trasporti, gli orari, e anche informarsi sul servizio di covoiturage, trasporto di bambini diviso tra più famiglie.
I titoli di trasporto validi sono la Carte orange, la carte Imagine –R, la carte Optile e i normali  biglietti.
La fermata è all’interno del Liceo internazionale, i pulmann oltre che da un numero sono contrassegnati da un simbolo (noi per esempio eravamo il 15 tartaruga) questo aiuta i piccoli a meglio dsitricarsi nel momento di salire per prendere il mezzo giusto. Del personale è comunque presente per aiutare e anche per eventualmente intervenire nel caso un bambino perdesse il bus.

Per cercare casa a Saint Germain en Laye ci sono tantissime agenzie in città e tutte hanno l’abitudine di trattare con gli espatriati.
Situata non a Saint Germain ma che si occupa del settore e veramente specializzata in relocation per gli espatriati è l’Agenzia de Havilland, http://www.dehavilland.fr/

Abbiamo passato tre anni bellissimi a Saint Germain en Laye, immersi in un ambiente cosmopolita, nel quale essere stranieri è un atout, non una differenza, nel quale i bambini e ragazzi abituati ad evolvere in contesti internazionali si sentono a casa, e gli adulti ritrovano quegli stimoli tipici del vivere in comunità internazionali.

Ma perchè Saint Germain en Laye è una città multiculturale nella quale molti stranieri decidono di andare ad abitare?
La storia di questa internazionalità è indubbiamente legata al prestigiossissimo Liceo internazionale che richiama espatriati da tutto il mondo.
Il liceo è stato fondato nel 1951 inizialmente per offrire un insegnamento multiculturale ai figli degli ufficiali e sotto ufficiali delle forze Alleate. Per volontà del generale Eisenhower la residenza dei militari di stanza a Roquencourt viene stabilita nel quadro piacevole del Castello di Hennemont e viene creata una scuola, 1500 militari di 13 nazionalità con le loro famiglie, si mettono le basi di quella che sarà negli anni una vivace comunità internazionale. Nel 1962 l’Ecole International de l’Otan diventa il Lycée international de l’Otan…. nel 2012 il Lycée ha festeggiato i suoi 60 anni; con le sue 13 sezioni nazionali (americana, inglese, italiana, spagnola, portoghese, tedesca, giapponese, russa, cinese, danese, svedese, norvegese, polacca) e le sue 58 nazionalità, è una struttura scolastica unica nel suo genere, di una ricchezza incredibile.
L’ambiente internazionale palpabile in ogni momento raggiunge l’apice durante le feste organizzate in cui le sezioni “fanno a gara” per presentare al meglio la loro gastronomia e i loro a tout: la festa di Natale e il Lycée en fête che chiude l’anno scolastico, gli stand gastronomici offrono specialità di tutte le parti del mondo, lasagne e tiramisù accompagnate da un ottimo espresso fanno ogni anno la parte del leone!!
L’insegnamento proposto va dalla materna alla fine del liceo, la lingua francese è la lingua comune di tutti i ragazzi per le materie di base, tipiche del percorso scolastico francese, ogni sezione poi offre un insegnamento nella propria lingua, dalle 6 alle 8 ore a settimana (6 per materna, elementari e medie, 8 per il Liceo) nel  quale i ragazzi studiano come se fossero nel loro paese d’origine la loro lingua, la letteratura e la storia.
Gli insegnanti sono madrelingue e nominati dai rispettivi paesi d’origine, per la sezione italiana sono insegnanti che dipendono dal Ministero degli Affari Esteri, maestre e professori di ruolo della scuola italiana. La ricchezza della scuola sta in questo miscuglio di lingue e culture che convivono in una stessa struttura e che interagiscono tra di loro sotto la guida di una lingua comune, il francese.
Il Liceo internazionale è una scuola pubblica francese, gli insegnanti francesi dipendono dal ministero della pubblica istruzione francese e i programmi in francese sono quelli in vigore in tutte le scuole di Francia. Le sezioni possono essere pubbliche, come la sezione tedesca ad esempio, nessun contributo è richiesto alle famiglie, pubbliche ma con un contributo richiesto alle famiglie, come la sezione italiana, che può con i contributi pagati dagli iscritti retribuire una segretaria e coprire le spese connesse alla segreteria che altrimenti non potrebbero essere fatte (formalità di iscrizione, gestione dei rapporti con la parte francese,  organizzazione dei test di ammissione), completamente private come la sezione Americana.
Al Liceo internazionale si accede su dossier e dopo un esame di livello nella lingua richiesta, la selezione può essere abbastanza severa ma tutto sommato è fatta per evitare delusioni e difficoltà ai ragazzi che non riuscirebbero a seguire un programma bilingue di questo livello, con più ore di corso rispetto alla normale scuola francese e con un carico di studio enorme a certi livelli, soprattutto al liceo.
http://www.ecole-internationale.ac-versailles.fr/
http://www.clg-international.ac-versailles.fr/
Alla scuola materna ed elementare, per permettere ad un maggior numero di giovanissimi di accedere ai programmi nella loro lingua  di sezione, i bambini possono essere accolti al Lycée come externés, vanno al liceo soltanto nelle due mezze giornate alla settimana di lingua nazionale (una mattina e un pomeriggio) e il resto del tempo sono scolarizzati in una delle scuole materne e elementari nell’area di Saint Germain en Laye, abituate a gestire classi con bambini che frequentano il Liceo internazionale, solitamente nelle mezze giornate in cui i bambini del Liceo sono al liceo nella loro classe vengono fatte materie non di base, in modo da non penalizzare i bambini “internazionali”.
Per le scuole medie esistono delle scuole collegate al Liceo internazionale che ospitano alcune sezioni
A Saint Germain en Laye:
il college Marcel Roby, http://www.clg-roby-stgermain.ac-versailles.fr/, due sezioni, una americana e una spagnola;
il Collège les Hauts Grillest, http://www.clg-hautsgrillets-st-germain-laye.ac-versailles.fr/, con 5 sezioni internazionali: cinese, inglese, italiana, polacca e tedesca;
il college Pierre et Marie Curie, http://www.clg-curie-lepecq.ac-versailles.fr/,  con 4 sezioni: inglese, portoghese, spagnola e tedesca.

Al Liceo invece tutti gli studenti si ritrovano nell’unica sede, quella storica del castello di Hennemont.
Per quanto riguarda la sezione italiana i ragazzi fanno esattamente quello che avrebbero fatto in Italia, stesse letture, stessi autori, stessa storia, ma inserita in questo brillante contesto internazionale.
Il risultato finale è il Baccalaureat international (maturità internazionale), che consente agli studenti l’accesso in tutte le università e scuole post maturità in Francia e all’estero.
Purtroppo dall’inizio di questo anno scolastico 2012-13 a causa delle riduzioni del personale di stanza all’estero, il Ministero degli Affari Esteri ha soppresso un posto d’insegnamento per la sezione italiana di Saint Germain, gli insegnati passano qundi da due maestre ad una sola, rimane invariato il numero di professori: due per la scuola superiore di primo grado e due per quella di secondo grado. La sezione italiana purtroppo non potrà più garantire l’insegnamento a livello materna e prima elementare …. (sperando che lo Stato italiano non decida in futuro di effettuare ulteriori modifiche, sarebbe un peccato ridurre la presenza italiana in questa prestigiosa struttura).

Per informazioni sulla sezione italiana: http://www.sectionitalienne.org, il sito dell’associazione dei genitori della sezione.

 

Giuliettaexpat
Los Altos, CA, USA
Ottobre 2012